lunedì 27 gennaio 2014

Considerazioni sul Progetto Kalergi. Bufala o genocidio finanziario? (Plauso a Radio Studio 54).

Verità o fantasia? Non ce ne importa granchè..quello che conta sono i fatti e i fatti vanno in quella direzione.



Interessante il servizio di radio Studio 54 su Kalergi.
Venisse anche smentito in modo certo non dovrebbe essere la scusa per negare quello che ci stanno facendo mediante l'euro.

Se davvero fosse provato che Kalergi parlasse di distruggere i popoli europei considerando i popoli africani e asiatici come bestie da far "incrociare" con gli europei stessi per indebolirli, perfino geneticamente...beh il premio Kalergi andrebbe immediatamente fermato e Monti e la Merkel che l'hanno vinto dovrebbero
vergognarsi di aver sorriso al ritiro di esso e dare spiegazioni. 

Kalergi fu sicuramente uno dei principali fautori di una Europa unita e della disgregazione delle identità nazionali. Fosse dimostrato che era spinto da simili propositi (lo sfruttamento delle masse da parte del potere finanziario) oltre ad essere un razzista era un pazzo, lui e chi lo frequentava. 
Pare che i libri e gli scritti siano spariti o difficilmente consultabili. Spero che chi sostiene questa ipotesi sia in possesso della prova scritta inconfutabile, come è parso di capire dalle frequenze della radio (da parte dell'ospite), altrimenti il tutto evaporerebbe. 
Ottimo comunque che questo media libero e sottolineo LIBERO, ne parli. Se anche Kalergi non fosse autore di simili considerazioni è un fatto che l'eurozona (un pò diversa dall'UE e molto diversa dall' Europa) miri a colpire e a scaricare sulla forza lavoro (pmi e salariati) ogni bassezza e il tutto a vantaggio di chi gode di rendite di posizione/posizioni di rendita.

ps:
Intanto è notizia di oggi che il 10% di famiglie italiane che deteneva il 42% di ricchezza totale del paese adesso ne possiede oltre il 46% mentre disoccupazione e povertà aumentano a dismisura.
Le cosiddette "sinistre" o centro sinistre dovrebbero smettere di servire questo sistema. 
Bersani prima e "Matteino il chiacchierone" adesso, spingono per modelli sociali ultra liberisti e modelli che svuotano la democrazia (esempio impedendo le preferenze mascherandosi dietro le primarie che non sono che un surrogato soggetto al sistema partitico e delle tessere).

Nessun commento:

Posta un commento