sabato 4 maggio 2013

Il reddito minimo garantito va fatto! Ecco la verità ricca di dati REALI, RISORSE e motivi.(Versione curata).

ECCO PERCHE' ALL'ESTERO C'è.













"Il Nuovo Corso Di Sopravvivenza Completo Per Ignoranti In Economia: Uscire dall'euro?"
"Il neoliberismo che sterminò la mia generazione".
(Al momento a soli 2.60 euro su Amazon)

Dopo il primo corso di sopravvivenza che migliaia di voi hanno letto proprio su questo sito si sentiva l'esigenza di tirare una conclusione definitiva sul tema dei temi.
Sulla emergenza delle emergenze: L'Euro.
Il libro affronta ogni aspetto della questione con fonti citate, dati empirici e nessuna forma di pressapochismo. Disarciona i falsi miti neoliberisti e piazza un colpo micidiale nei reni dell'"ingegneria sociale" in atto. (Cit. Marcello Foa).
Vedasi anche:
http://spread-politica-economia-massoneria.blogspot.it/2014/09/il-nuovo-corso-di-sopravvivenza-completo-per-ignoranti-in-economia-uscire-dall-euro.html





Smaschero le bugie sul REDDITO MINIMO PER I DISOCCUPATI. VA FATTO E PURE SUBITO. ECCO LA DIMOSTRAZIONE INCONFUTABILE!
1) Un cittadino della UE sa che se viene a lavorare da noi e poi prende la cittadinanza diventa un cittadino di serie B, in quanto, se non trova il lavoro resta senza reddito alcuno. Di cosa campa?
Va nel nero. Intanto facciamo una semplice considerazione, poi passiamo ai dati VERI, alle risorse: Chi lavora in bianco nell'edilizia (ma vale per tutti i lavori sto ragionamento), prende 2000 euro lorde di cui 800 vanno alo stato giusto? Se lavora in nero lo stato perde 800 euro. Allora non è meglio conferirne 500 di reddito minimo? (Con le condizioni che leggerete, ovvio).

Siccome il reddito minimo (RMG) c'è ovunque, questa asimmetria provoca una violazione della libera circolazione delle persone in ambito UE. 2) Ci sono cittadini con 2 specializzazioni con lode che vivono solo grazie alla reversibilità della mamma. Scandaloso. 3) In Italia, al contrario che in Europa, non si è ancora compreso che prima viene la VITA poi la dimensione del lavoro. Non è ammissibile che "se non lavori non hai diritto a vivere!" E' chiaro va cercata la dose giusta di sussidio (500 euro + eventuali integrazioni se figli o affitto). In tal modo è dimostrato non aumenta la disoccupazione per scelta (quella di lungo corso). L'ignorante non è quello che esprime una opinione su ciò che non conosce ma quello che pur non approfondendo, tifa in modo eccessivo per la sua posizione. Slogan privi di sostanza alla Sacconi "non daremo soldi a chi non fa nulla" sono tipici del berlusconismo egoista che alimenta rabbia, sospetti ed odio. Favorisce la corsa al ribasso dei diritti (è come entrare in Africa, o in Cina anzichè in UE), già si parla di non pagare gli apprendisti (!) di esaltazione dell'evasione e di individualismo. Dire solo "basta tasse" e prendersela con chi sta socialmente sotto è la filosofia del "povero cattivo". "E' povero per colpa sua!". Invece siamo il paese con mobilità sociale = 0 e cioè sei povero se non sei figlio di ricco. SERVE IMMEDIATAMENTE LA FLEXSECURITY, oltre al reddito minimo, ovviamente. (Che è la security della parola flexsecurity).
La cgil invece per scopi di orticello continua a difendere il sistema al collasso delle casse integrazione ostacolando l'RMG.
Le entrate tributarie ammontano a circa 390 miliardi e la spesa sociale in Italia è il 3.5% del PIL (Circa 1500 miliardi). All'estero più del doppio,almeno il 7%! (Ricordo che la spesa pubblica in Italia è di 506 miliardi circa).

IMU alla chiesa 2 MLD. (L'importo IMU di Monti è circa 100 miseri milioni ma la vera cifra che la Chiesa Cattolica dovrebbe pagare sono minimo 2 miliardi , ESCLUSI DAL PAGAMENTO I LUOGHI DI CULTO). Alla fine son riusciti a non fargliela pagare subendo forse anche una multa di 3 miliardi dalla UE.  http://www.adista.it/?op=articolo&id=52904
Abolizione province 2MLD.
Portando le auto blu a livelli europei risparmio 3 MLD.
Risparmio su abolizione della miriade di consorzi tentacolari pubblici e inutili (servono solo per ricollocare i politici trombati) 10 MLD.
Sussidi improduttivi a pioggia 7 MLD.
Risparmi su forniture (mazzette) ipercostose nella sanità 20 MLD. (Peraltro ricordiamo che avere un reddito minimo fa ammalare meno la gente, è dimostrato).
Per non parlare dei sequestri dei beni mafiosi del dimezzamento armi, f35, sottomarini ecc e di una vera lotta all'evasione fiscale sui pesci grossi.
TOTALE (minimo) = 20 miliardi ESCLUSE ARMI E EVASIONE appunto.

Fonte Giuseppe Bronzini - Magistratura del lavoro.

Più un'altra ventina da queste fonti: http://www.umbrialeft.it/notizie/monti-vuoi-barca-soldi-ti-dico-dove-prendere-28-miliardi
Il costo grezzo è sui 30/35 miliardi ma bisogna considerare risparmi pubblici in vertenze sindacali, in minori costi per la salute (chi non ha niente si ammala), il successivo impiego di persone che escono dalla condizione di disoccupato, nonchè il risparmio dai lavoratori tolti al "nero" ecc ecc
Per azzardare una stima potrei anche affermare che il costo si aggira attorno ai 20 miliardi.
Se poi volessimo togliere le casse integrazioni (non indispensabile farlo) la spesa calerebbe di parecchi miliardi.

In merito al reddito minimo ci sono state ben 2 sentenze della commissione europea, una risoluzione dell'europarlamento e il punto 18 della lettera BCE a Silvio. I motivi sono noti ma nascosti alla vulgata popolare: il paracadute del RMG permette la fine immediata del precariato, la possibilità di flessibilizzare il lavoro in entrata e uscita (in cui il lavoratore è in costante cambio di mansioni e completamento umano e professionale = FLEXSECURITY con crollo delle socialmente costosissime vertenze sindacali), il lavoratore stesso non cercherebbe di incollarsi al datore ma cercherebbe sempre nuovi lavori, più adatti alla propria realizzazione. Il reddito minimo FAVORISCE L'OCCUPAZIONE!  I lavori fissi per giunta restano stabili nel numero! (cit. Biagi "Libro bianco del lavoro").
A proposito è dimostrato statisticamente (Biagi) che con un tot. (ad esempio di 500 euro al mese) la disoccupazione "per scelta" (di lungo corso) non aumenterebbe, è falsissimo ed anzi favorirebbe la fuoriuscita dei giovani dalle case paterne molto prima senza costringerli alla fuga all'estero, ridarebbe coesione sociale, aumento dei salari (reali fermi al '95) e sancirebbe la FINE del ricatto italiota di accettare lavori mortificanti e mal pagati. Conferirebbe anche una efficace redistribuzione con maggiore resistenza alle crisi, sarebbe volano dell' economia REALE, con aumento conseguente di consumi e riapertura negozi, aumento dei lavoratori (che pagano contributi) e conseguente diminuzione tasse sul lavoro. Crollo della manodopera italica per le mafie ed emancipazione femminile nei luoghi in cui permangono condizioni di sottomissione femminile. Assolutamente falso che favorisca il lavoro in nero, in quanto, con controlli da parte di amministrazioni non locali e la sanzione della perdita del reddito (più contravvenzioni e penale a lavoratore e impresa) anzi si darebbe un gran colpo al nero! LA GENTE DISOCCUPATA LA SMETTEREBBE DI LAVORARE IN NERO PREFERENDO IL SUSSIDIO E I DATORI IN NERO, spesso mafiosi perderebbero potere finendo. IL NERO IN TAL MODO RIEMERGEREBBE (Fisiologico). Il reddito minimo provoca anche l'aumento dei salari per chi prende paghe da fame.
Non è vero nemmeno che non produca chi non lavora! Potendo vivere, pensa! Cogito Ergo Sum. (Penso quindi sono! Penso e quindi ho diritto ad esistere). Le capacità coscienti razionali ed emotive sono messe al servizio della comunità perfino involontariamente. Un caso è l'arte, la musica, la vicinanza durante una chiacchierata all'amico che soffre. Il prodotto non è solo materiale come la mentalità iperliberista, mercatista ci ha inculcato. Per quanto fatto bene un vaso da notte non varrà mai una buona parola e LA CIRCOLAZIONE DELLE IDEE.
Quello che va commisurato è il TOT da garantire in euro. Non deve essere eccessivo per non favorire la scelta di non lavorare. Deve garantire una vita di rinuncia certo ma dignitosa.   (La cifra base può essere anche maggiore di un centinaio di euro nel caso in cui si decida che, per non favorire la disoccupazione di lungo corso, il reddito minimo si perda se non si accetta il lavoro che lo stato ti propone). Beninteso che chi perde il lavoro sa di essere garantito nel reddito e quindi ne accetta di NON FISSI! (Il sogno di ogni impresa). 
La cosa più assurda è che si scelga di buttare via il bambino con l'acqua sporca e cioè che si esaltino alcune imperfezioni (nessuna legge è perfetta) che sono in realtà minime per bocciare un qualcosa di sacrosanto.
All'estero non campano di bubbole e slogan o campagne d'odio, infatti ce l'hanno. Difendono i capisaldi da destra e sinistra mentre qua le forze politiche o strumentalizzano e disinformano per i voti, o fomentano il dividi et impera o proteggono i propri interessi (vedi ultime dirigenze cgil).
Al massimo parlano del modello Trento e cioè 12 mensilità da 400 euro spalmate in 24 mesi (!!!!) e nemmeno consecutive (vanno rinnovate ogni 4 mesi all'ufficio competente dopo una serie di controlli)...una proposta debole,debolissima, limitata nel tempo e dannosa in quanto non agisce a livello macroeconomico (cioè forte, non di soli 2 anni e su base nazionale) condizione necessaria perchè funzioni.(Come si è visto).
Perfino arrivano a dire che non lo daranno ai single!
INSOMMA è CHIARO CHE NON MOLLANO L'OSSO, VIVONO DI MENZOGNE, DICONO NON è FATTIBILE, FINGONO DI AVER FATTO IL POSSIBILE ECC ECC ECC, E/O AL MASSIMO CONCEDONO LE BRICIOLINE,CON UNA LEGGE DEBOLISSIMA, PREPARANDO IL CAMPO AL FALLIMENTO DEL PROVVEDIMENTO PER POI SPUTTANARLO.
Pensiamo anche a quanta gente è malata, ad esempio di DOC, ed è tagliata fuori sia dal mercato del lavoro ma allo stesso tempo è fatta fuori al 90% dai "sussidi" (in questo caso il termine "sussidi" è giusto).
Persone che spesso non sono comprese, scambiate per lavative, per la natura sfuggente e diabolica della malattia e che per ricevere pochi euro (200/300) devono assoggettarsi a cure inutilmente fortissime e ritiri di patente. Alla vita.
Il nostro stato sociale è il peggiore anche in questi casi.
Le soluzioni possono essere due:
1) Reddito/Workfare = Il reddito si dà ma si devono accettare i lavori che ti vengono offerti (inerenti i tuoi talenti e/o il tuo livello).
2) Reddito/Welfare = Il reddito ti resta comunque anche se rifiuti il lavoro ma diminuisce fino a circa 400 euro.
(In Germania il limite è 350 ma la vita è molto meno cara).
Cifra base perchè si deve dare un tot. in più a chi vive in affitto e a chi ha figli a carico. COME OVUNQUE.
Le risorse ci sono eccome. I PRINCIPI DELLA UE PURE. (CARTA DI NIZZA, TRATTATO DI LISBONA INDICANO COME PRINCIPI CARDINE LA SOLIDARIETA' SOCIALE DI OGNI INTERVENTO, L'UGUAGLIANZA TRA STATI E PERSONE, LA DIGNITA', LA SOSTENIBILITA' DI OGNI PROVVEDIMENTO.)
Un paese triste è un paese schiavo, non ricordo chi lo disse ma è la verità.
Quando si è tristi non si ha nemmeno la voglia di reagire:
La Chiesa, i partiti, i sindacati, le mafie hanno bisogno di clientele, del clientelismo e non di uomini liberi che possono scegliere. Inoltre devono difendere i loro apparati. Per questo nutrono egoismi d'orticello, grettezza e rancori. Fomentano privazioni reciproche e la corsa al ribasso dei diritti.
La missione di un uomo deve essere diffondere e lasciar scorrere...per questo io lo faccio.
Condividete più che potete.
(Marco)

2 commenti:

  1. ettore caterino15 ottobre 2013 06:36

    sono daccordo con te ,sarebbe indispensabile il referendum propositivo prima però. Come in Svizzera. i nostri attuali politici sono estremamente egoisti e stupidi.

    RispondiElimina
  2. concordo l'importante è che per i propositivi il numero di firme per proporli sia maggiore.

    RispondiElimina