mercoledì 17 aprile 2013

La vera natura di un partito pronto a suicidarsi ad Arcore rifiutando Rodotà al Colle..ma la base insorge!

Aveva ragione Grillo. Non eran proposte serie di governo..ecco spiegati i perchè!

Adesso si mostra, si dispiega in tutta la sua evidenza la verità:
Il PD fingeva di voler una sana alleanza con i 5 Stelle.
I famosi 8 punti potevano essere anche 9000 con annesso il fantomatico "chiuppilupettutti" tanto sapevano di NON volerli MAI mettere in atto.
Ecco perchè prima delle elezioni il programma PD era tutto pro banche, austerity, liberismo!
Forte dei sondaggi e dei media credeva di poter lucrare sul sangue dei popoli.
Una volta sconfitto ha finto di rinsavire riuscendo solo in parte a sputtanare Beppe Grillo (questo anche a causa di una certa idiosincrasia dei 5 Stelle verso le critiche e verso i cervelli pensanti) scaricando su di lui l'immobilismo politico. In realtà ciò era dovuto semplicemente all'elezione del Presidente della Repubblica ed alle scelte anti popolo del PD, emerse anche dai miei precedenti pezzi.
In realtà Bersani voleva inciuciare con Silvio Berlusconi sul Colle e fin dall'inizio! 
Troppi interessi legano i piddini di ogni risma agli interessi di Silvio. Meglio tutelarli tutti no?
Perchè farsi la guerra o metter gente che davvero scopra gli altarini?! Meglio coprirli gli altarini! O no...
Forse non è chiaro che il PD sta per suicidarsi ad Arcore. 
Adesso appare trasparente ciò che Grillo denunciava da tempo (pure io lo criticavo):
  • Ecco perchè i piddini non hanno concesso i presidenti delle commissioni (così pure il pdl) e le hanno bloccate. 
  • Ecco perchè hanno risposto picche a ogni suggerimento di Grillo di "togliersi i 45 milioni di finanziamento, di far valere l'ineleggibilità di Silvio, di fare una legge sui conflitti di interesse compresi quelli delle fondazioni partitiche nelle banche (...), e di fare la legge anti corruzione". 
  • Bersani non diceva no a Silvio perchè sperava in una alleanza con i 5 stelle ma per scopi personalistici sperando di fare il premier!

Con Silvio il PD morirà manifestando la sua anima compromessa da troppi interessi.
Si pensi sul reddito minimo garantito (costo reale 4 miliardi) quanta disinformazione fa, spacciandolo per esoso, fingendo di volerlo fare (incredibilmente a termine... per sputtanarlo meglio...), quando i soldi nel sociale in Italia sono al 3.5% (all'estero l'8%) sul PIL.
[Quando c'è ovunque....meglio acquistare armi inutili per uccidere e/o mantenere grossi capitalisti senza scrupoli oltreoceano e non...].

Un partito di interessi e nemico di svolte nell'interesse della gente che non ne può più. Adesso il 5 Stelle gli mette sul piatto RODOTA' uomo equilibrato e portato a scoprire inciuci e non a coprirli...e il PD che sceglie? AMATO, D'ALEMA, MARINI E MATTARELLA..quelli che daranno a Silvio le GARANZIE (...) che chiede! 
(Marco)
PS:
Invito a leggere anche il pezzo successivo a codesto (ecco il link!):
http://spread-politica-economia-massoneria.blogspot.it/2013/04/222votiafavore.html

Nessun commento:

Posta un commento