venerdì 11 gennaio 2013

DALLA GIOIOSA MACCHINA DA GUERRA DI OCCHETTO, ALL'INGLORIOSA MACCHINA DA GUERRA DI BERSANI

BERLUSCONI 19 ANNI DOPO SBARAGLIA TUTTI I NEMICI CON LE SOLITE ARMI DI PROGRAMMAZIONE NEURO LINGUISTICA (Anche il video)!

Alla fine Silvio da Santoro c'è stato ed ha vinto. Non ha vinto solo lui ma hanno vinto anche Travaglio e Santoro stesso e non solo in termini di audience ma di simpatia.

Prima di tutto è stato reso un servizio pubblico, le argomentazioni sono state affrontate fino in fondo, senza cambi di discorso alla "salotto" utili solo a fare disinformazione, in seconda istanza si è tolta la fame di curiosità alla gente ed infine si è dissolta un'aura negativa secolare, tra gli attori, grazie al siparietto del singolar tenzone. (In fondo Travaglio e Santoro si alternavano).

Berlusconi non ha vinto parlando di programmi precisi certo, ci mancherebbe altro ma con la solita propaganda liberista = liberale (grande panzana confondere sti 2 termini) che tanto sfondò nel 1994.
Non ha fatto niente di straordinario, ha semplicemente ripetuto le solite cose, con la solita strategia (scopiazzata malissimo alle primarie PD-SEL, da quei 5 fessi vestiti da supereroi).
Spesso ha raccontato cose non vere, ad esempio


sulle SUE prescrizioni accorciate dalle SUE leggi e non scadute per il normale trascorrer del tempo furbescamente spacciate per assoluzioni.
Inoltre è stato il suo ultimo governo a consegnare 165 miliardi alla BCE, roba da far impallidire la faccenda IMU. (Salvo poi divenire il baluardo dell'italianità dopo che l'aristocrazia europea lo aveva buttato fuori dalla tavola NON rotonda).
Nonostante ciò ha sempre sorriso, si sentiva positivo ed ha "pigiato" sull'IMU stessa, senza far capire che, se al suo di essa si inaspriscono i consumi su tabacchi e bevande, il colpo lo si da di nuovo ai poveri e di quelli ancora più poveri.
[Qua potete trovare i video della trasmissione:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/01/10/servizio-pubblico-berlusconi-da-santoro-riguarda-tutti-video-della-decima-puntata/466578/]

Populisticamente ha confuso le condanne penali e quelle civili, ha dato del diffamatore a Travaglio e nel polverone ne è uscito vincitore.
Caro Santoro, anzichè urlare, dovevi dire, magari 3 volte di fila al popolo (giustamente ignorante in materia), che avere condanne per diffamazione è la regola di chi fa inchiesta. Se uno fa inchiesta, fa un servizio al cittadino e di conseguenza riceve le querele perchè rompe i coglioni...
Per quello la trasmissione si chiama Servizio Pubblico.
In Italia nessun giornale fa INCHIESTA perchè riceve i finanziamenti pubblici dal partito "erogante" e quindi muore il Libero Pensiero e vince il servilismo.
Unica eccezione IL FATTO che infatti non riceve soldi,  riceve denunce, e guarda caso, ha come vicedirettore....MARCO TRAVAGLIO (CHE ROMPIPALLE QUESTI MARCO)!
Che ieri mezzo Parlamento sia stato rinviato a giudizio dal PM sulla trattativa stato-mafia solo IL FATTO l'ha riportato (o quasi).
Travaglio appunto: Su 100 cause 10 ne sbaglia ma 90 ne prende! Credo che in tanti anni abbia reso un servizio al paese. Prova ne è il fatto che a domanda dei giornalisti, se non erro, di Libero "Ieri sera avete fatto guadagnare 400 mila voti a Berlusconi" lui ha risposto " a me non interessa io faccio il giornalista e non mi candiderò MAI". C'è  da credergli.
Travaglio è così e non ha certo evitato il confronto con l'ex premier.
Ricordo gli sfondoni di Travaglio sulla Juve...nonostante ciò lo stimo.
Berlusconi sorrideva, anche per nascondere nervosismo, (Travaglio docet), ma spesso sorrideva perchè sentiva che andava bene e ciò aiuta ad andare meglio....roba che il triste Monti non sa.
Ecco la verità...la tristezza combattuta col sorriso.
Silvio lo sapeva, non ha inventato niente..è solo più intelligente e sfrutta questa dote.
So di esser letto da gente per lo più di sinistra (apartitica) ma so che mi capisce e apprezza per la schiettezza.
Mesi fa non mi credevano in molti quando avvertivo che a tradire il popolo i brancaleonini SEL-PD ci avrebbero rimesso capra e cavoli. Adesso le percentuali del mio sondaggio, che avevo elaborato prima di Santoro, iniziano a far paura al finto centro sinistra banchiere....al "centro sinistra truffa" che , infatti, conosce i dati veri e non quelli spacciati.
Iniziano ad aleggiare nelle stanze del capo bastone "Bersani l'inetto" spettri paurosissimi.
BERSANI: IL VERO PERDENTE DELLE ELEZIONI CHE SI AVRANNO TRA UN MESE.
Occhetto prese e se ne andò. Nessuno gli ha mai negato stile ed onestà intellettuale. La storia non parlerà in questi termini di Bersani l'impostore del popolo. Diranno che fu il timoniere meno intelligente della storia del partito democratico. Ricorderanno le sue faccine soddisfatte e perfino ottusamente arroganti post primarie. Primarie che gli facevano credere di esser un vincente.
Una idiozia.
Ha fatto come molti uomini che hanno un deficit in qualcosa e crollano di fronte a certe donne esperte che per circuirli li elogiano proprio in tale difetto, in tale mancanza di fiducia.
Non è un caso che le sedi di partito siano stracolme di lacchè incapaci di parlare al pubblico ed al cuore della gente.
Quante volte sostenevo che dopo il doping primarie i media montiani (Rai 1 ,Rai 2 e LA7) lo avrebbero preso in contropiede e messo da parte, abbandonandolo nel grigiore?
Quella cravatta rossa scura, è grigia come la vostra anima di privilegiati amanti del lusso, dell'apparato che raccomanda i servi e delle banche.E' un imbroglio.
Il PD merita di essere sconfitto e servirebbe per il bene del paese che si sciogliesse e lasciasse posto ad un vero partito social democratico Keynesiano. 
Mai una parola sul debito europeo da unire completamente (parzialmente, caro Segretario Bocciofilo, vorrebbe dire IL NULLA e anzi sarebbe una cortina di fumo negli occhi a chi crederebbe di aver ottenuto qualcosa). Mai una parola precisa su eventuali redditi da disoccupazione pari a 512 euro. Mai una  parola sulla truffa "pareggio di bilancio".
Solo vaghe promesse senza dati certi, entrate/uscite.
Mai una distinzione ma una totale sovrapposizione tra la voce entrate/uscite e quella relativa agli investimenti a medio lungo termine ad esempio sui progetti e/o sui settori produttivi pubblici a tempo indeterminato.
Occhio però....
Le liste nazionali ma anche locali del PDL sono le solite, idem del PD.
Contano gli interessi e l'appparato.
I migliori giovani se non parenti o servi non entrano mai (o quasi) a fare i consiglieri, gli assessori, i sindaci o i parlamentari.
Anzi....SONO ANCHE DISOCCUPATI NELLA VITA.
Questo è uno schifo.
Grazie per l'attenzione.
(Marco)

Nessun commento:

Posta un commento