giovedì 13 dicembre 2012

Lotta all'evasione, grandi evasori e Sud Italia.

Grandi evasori a cui non prelevare uno spicciolo.

Chi ha il 50% dei soldi è solo un 10% di famiglie e negli ultimi 12 anni si sono arricchiti sulle nostre spalle.
Ho molti amici disperati perchè
la finanza li sta martellando cercando anche le pulci...ma come mai questo trattamento lo stato non lo rivolge ai grandi evasori? A chi spaccia droga, alle famiglie ben note ecc ecc? In certe aree del paese , in particolare al sud come si fa a pretendere di riscuotere in un locale , imposte identiche agli incassi di una stessa realtà del nord? E' incredidile...e poi
per cosa? Per usare questi soldi per raccomandare degli idioti? Per buttarli nel cesso chiamato INTERESSE SUL DEBITO ESTERO quando i premi nobel ci dicono chiaramente che questo debito DEVE accollarselo l'Europa intera unendolo sotto la bce e cancellando le varie bankitalia, deutch bank ecc ecc? (cosa che andava fatta nello stesso momento in cui creavi la moneta unica). Lo stato va potenziato, serve invertire rotta POTENZIANDOLO ma questo deve avvenire dove lo stato si comporta in modo onesto..come? Mettendo a lavorare i migliori.Come riconosci i migliori e invece i peggiori? Valutando ogni singolo aspetto di una persona, dai titoli alla competenza ,alle qualità emotive e razionali, dall'esperienza,dalla cultura e dalla passione...per eliminare gli sprechi basta vedere dove la produttività è sotto i livelli medi.Lì si deve intervenire creando contratti pubblici con possibilità di licenziamento (lasciando invariati quelli già stipulati ovviamente), con uno stipendio base inferiore di un 20% ma integrabile di un 20% per buona condotta e alta produttività.Devono prendere le stesse indennità dei dipendenti privati e non una di più. Deve saltare in aria anche l'infame tradimento delle asl che avvertono le mega ditte dei loro controlli (megaditte note per far passare come collaborazioni veri e propri dipendenti sovrasfruttati).

Nessun commento:

Posta un commento