mercoledì 26 dicembre 2012

Il documento di Natale, diffuso da Mario Monti, sotto la lente di ingrandimento


L'opinione e l'analisi di Marco Giannini sull'Agenda Monti, punto per punto.


Prima di "pupparci" il discorso del Pannolone al Quirinale c'era da aspettarci il "regalo" di Mario Monti in versione Happy Christmas da porre sotto l'albero...la sua agenda.
Il primo punto parla di una Europa integrata e solidale. Tutto magnifico ma gli slogan fanno parte di un'epoca ormai, si spera, sepolta. Alle parole devono seguire i fatti e il buon omuncolo della finanza internazionale sta già puntando al Dividi Et Impera improntando una strategia mirata, al massimo, ad alleggerire il peso fiscale alle classi medie e non a quelle basse. Che senso ha continuare a prendere in giro le persone parlando di debito pubblico quando si sa benissimo che tale ammontare, rapportato al PIL, lui l'ha peggiorato con un superpicco dell'8% (dati OCSE)? Perchè non spiegare che una emissione di danaro comporterebbe maggior benessere al cittadino medio basso e non creerebbe inflazione essendo il nostro tessuto economico asfissiato e non saturo? Che senso ha, insisto, mentire alla popolazione sulla faccenda debito, demonizzandolo, quando sanno bene

che fino al periodo pre euro era tutta roba nostra (altro che debito verso il mondo, come ci spiegava la maestra....)? Il debito dello stato era il credito dei privati italiani, DEGLI ITALIANI! Anzichè ridurre la sopravvivenza delle persone con tagli indiscriminati e tasse, perchè non rivelare che i soldi che avanzano i tedeschi non sarebbero mai esistiti se nel 2001 al momento delle firme i vari tecnocrati e politici univano anche i debiti europei e non solo la moneta? Tale scelta era obbligata! Lo sapevano anche le marmotte delle alte praterie alpine! (Scelta obbligata ma ignorata, ci furono, evidentemente, scelte da parte dei nostri governanti basate non sulla ignoranza ma sulla corruzione). Senza la moneta unita peraltro la Germania non si sarebbe MAI sognata di acquistare il debito di una moneta estera facilmente soggetta a svalutazione competitiva!Noi non ne avevamo bisogno ed anzi quella liquidità in prestito ha ucciso le nostre industrie, successivamente!(Ed inoltre PDL,UDC e LEGA con la partecipazione minoritaria dello pseudo centro sinistra, anzichè investirli, li fecero finire nelle pastoie clientelari). Perchè spacciare falsi miti in cui si blatera che i tedeschi lavorano più degli italiani quando ciò non è vero ma è dimostrato il contrario? http://spread-politica-economia-massoneria.blogspot.it/2012/12/i-luoghi-comuni-sulla-virtuosa-germania.html 

La scelta era: Unire i debiti ed avere una Europa INTEGRATA, FORTE VERSO LA CINA E SOLIDALE o unire solo la moneta euro e ritrovarsi una Europa periferica argentinizzata e invasa da liquidità tedesca, fino a chiudere le proprie industrie. (Vedasi il mio pezzo su il vero motivo del debito pubblico, la Germania e la deindustrializzazione/acquisto tedesco delle nostre aziende, loro ex rivali) http://spread-politica-economia-massoneria.blogspot.it/2012/12/i-veri-motivi-del-debito-pubblico.html . 
Incredibile poi vedersi avverato ciò che denunciavano alcuni video, che io avevo malinterpretato come  enfatizzazioni complottiste, in cui il piccolo uomo della finanza internazionale non solo usava genericamente la parola crisi (infatti le economie erano solidissime, i casini sono stati di tipo finanziario e chi li ha creati è stato premiato alla guida dei paesi e mi riferisco alla Goldman con la truffa sub prime ed i suoi consulenti INTERNI, Monti, Papademos, ecc) ma addirittura la glorificazione della crisi come mezzo per sottomettere le masse, costrette cioè, a disumanità varie, (tagli alla sanità, finire a vivere in affitto nella propria casa ecc ecc ecc) ad una strategia verticistica distante dai comuni mortali, distante da un'Unione digerita democraticamente e gradualmente.

Ecco qua il pezzo che vi dicevo.

Le altre considerazioni al punto uno sono di nuovo generiche, ivi compresa la confusione cercata, voluta, di termini quali populismo, xenofobia ecc ecc. Non è populismo argomentare mentre è qualunquismo chiamare tutto populismo e campare sull'uso a-democratico dei media e dei partiti, soggiogati a forza di finanziamenti e corruzione.
Peraltro non mi stancherò mai di denunciare un'altra, ennesima, verità manipolata scientificamente a colpi di programmazione neuro linguistica e cioè la parola Europa. Essa è usata apposta come ipnosi, come PNL appunto. Qua si è in un qualcosa di simile alle MatrijoskeEurolandia non è l'Unione Europea e l'Unione Europea non è l'Europa cari i miei furbacchioni! Inoltre la BCE è una banca commerciale (la C di BCE) e quindi non è il governo di Eurolandia ma un privato (più o meno).
Notare come piano piano ce l'hanno fatta scivolare addosso ed accettare senza che ce ne accorgessimo, come qualcosa di consueto, di familiare....come un GOVERNO.
Successivamente nella parte del "quello che l'Italia deve chiedere all'Europa e quello che l'Europa chiede" non si può che notare che "guai a parlare di eurobond" (in pratica l'unione dei debiti), preferisce il caro Marietto parlare di una generica "condivisione del rischio". Questo in primo luogo perchè mai farà gli interessi dell'Italia se ci sono banche e Germania di mezzo ed in secondo luogo perchè solo in Italia può agire sadicamente senza che nessuno ci capisca niente.
Il ruggito del coniglio....molto più efficace ad anticipare nuovi tagli e sacrifici a noi cittadini ma debole coi forti.
Leggere il pezzo di Monti quindi, non nascondo, mi fa montare la rabbia.
Perchè sono in minoranza, perchè si approfitta della credulità popolare, della difficoltà dell'argomento e del potere mediatico, perchè il pezzo è pieno di bugie e trappole, nella sua linearità truffaldina e bancaria.
E' come un conto corrente raso al suolo. Ti dicono "FINITO MI SPIACE...THE END".
Tu apprendi quello. Non c'è bisogno d' altro.
Di certo credo nella nuova "tecnologia" che riconosco nella spiritualità e nella riduzione dell'ego, i miei pezzi però faticano a rimanere nel recinto di un sano Yang, un colpo netto, fermo e distaccato. La nuova "tecnologia" è anche il "se Dio vorrà". In altre parole possiamo anche perdere, se questo è il disegno, il progetto. Io lo accetto con Amore ma l'indole è la solita, è guerrigliera.
Dopo di ciò tocca sentir parlare di spread per quanto riguarda l'"Italia a testa alta nel mondo".
Quindi mi trovo costretto a mettere questo link http://spread-politica-economia-massoneria.blogspot.it/2012/12/ma-quale-spread-in-calo-il-debito-e-la.html , tanto per tagliare la testa al toro ed in più mi tocca spiegare di nuovo che dal 1981 al 1991 il debito non aumentava per maggiori spese pubbliche ma per gli interessi dovuti alla scellerata scelta di Ciampi ed Andreatta di impedire a Bankitalia di partecipare alle aste dei bot e btp (che non essendo più garantiti da uno dei principali acquirenti alle aste videro passare i propri interessi da 2% a tassi monstre, allo scopo di attirare acquirenti). Scelta fatta per stessa ammissione di Andreatta, per abbattere i salari all'epoca un pò migliorati dalla scala mobile ( salari però che "ora come ora" ricordo sono fermi da 22 anni...). Stesso discorso dal 1992 ad oggi: nessun aumento sostanziale di spesa pubblica, seppur debba essere sensibilmente valutata e migliorata nella qualità (non nella quantità!).
Inoltre devo di nuovo sottolineare che il noto spread si alza se vengono venduti bot e comprati bund (tedeschi). Siccome la Germania ha in mano palate di Bot e Btp e di suoi Bund, ecco spiegato perchè HA IN MANO LE LEVE DELLO SPREAD e perchè questo indice non c'entra UN BEL NIENTE con l'economia. Nemmeno con quella reale...non c'entra proprio con l'economia!!! Alzando e abbassando lo spread fa credere agli italiani che, rispettivamente, il premier di turno è un disastro o un virtuoso. Questo significa essere stati conquistati.
Ragionevolezza vorrebbe che per prima cosa si abbattesse questa dittatura straniera. Con la formazione e l'informazione. (Ma la seconda è inutile senza la prima).
Quindi è d'obbligo un riassunto:
1)Perchè la Germania ha questi bot?
2)Perchè ha il nostro debito a livelli enormi e da quando? Da quando c'è l'euro! Non avendo unito i debiti si è comprata serenamente il nostro debito (cioè i nostri titoli di stato, bot ,btp) e riempiendoci di danaro (in prestito) ha alzato i prezzi delle nostre merci che prima la massacravano nelle esportazioni e non solo per la svalutazione competitiva, ma per migliori rapporti qualità prezzo!
Era il vero mercato, quello economico, quello delle merci.
I famosi mercati che sentiamo in tv invece sono mero trading. Significa che non investono soldi sul serio ma li spostano quotidianamente. Come? In base a cio' che fanno gli altri. Se pensi che gli altri vendono quel titoli o quei titoli tu li devi vendere e viceversa. In tal modo guadagni! Se fai l'esatto opposto perdi! Conta se riesci a metterti nella testa della maggioranza! Quello che pochi sanno che tali dinamiche non hanno a che vedere con la validità dell'azienda, con i prodotti che vende ecc ecc ma solo con quanto appena esposto.
Se ad esempio l'Italia vince la Coppa del Mondo di Sci tutti prevedono che il giorno dopo la gente acquisterà e siccome tutti sanno benissimo di fare questo ragionamento acquisteranno!!!!Assurdo? E' così!
Qualcosa di legato alla reale efficienza dell'azienda ancora vige ma l'80% dei mercati è qualcosa di molto, come dire.... "astratto"! Non a caso il termine "speculazione" deriva dal latino "specere" e per traslazione vuole intendere "prevedere il futuro!!" Secondo John Maynard Keynes la speculazione era l'arte di capire cosa gli altri operatori di mercato avessero pensato riguardo al futuro: a questo proposito è famosa la metafora del concorso di bellezza. "Per indovinare quale bella ragazza vincerà un concorso di bellezza il nostro parere conta poco perciò è inutile cercare di capire quale sia la donna più bella. Per indovinare la vincente dobbiamo invece cercare di capire come voterà la maggioranza dei giurati. La stessa cosa vale per il mercato azionario: bisogna indovinare come agirà la maggioranza degli operatori." Fonte Wikipedia.
I soldi tedeschi prestati quindi alzarono i prezzi delle nostre merci industriali.
Alzando i prezzi delle merci italiane, tali aziende, industrie ecc hanno dovuto chiudere perdendo fette enormi di mercato (quello vero) ed è la stessa Germania a metterci le mani sopra! (Infatti cresce).Siamo stati aggrediti a colpi di deindustrializzazione .Essendo l'euro una moneta non svalutabile senza il suo consenso, non correva alcun rischio la Germania a investire in bot italiani perchè essi erano in euro! Ecco perchè non appena unita la moneta ci comprarono il debito (BOT e BTP).
Se poi Monti si fa bello (CREDIBILITA' INTERNAZIONALE) sul bunga bunga che l'ha preceduto, sul "culone merkeliano", sulle corna in foto ecc ecc caro il mio ragionier Vanesio sai bene che ci voleva poco a fare meno figurette di Silvio Berlusconi.
La tua immagine è costruita, non sei un uomo così rigoroso e serio ed anzi nella tua falsa figura che ti sei disegnato addosso così precisamente e che trasmetti all'opinione pubblica, sei anche fantozziano.
Su internet pullulano caricature su di te ed in Sud America (dove adesso la povertà ogni anno si dimezza) dicono che sei un perdente. Tu e la tua Goldman avete sulla coscienza milioni di buchi, i più grossi finanziariamente della storia mondiale, hai compiuto in passato errori madornali di cui prima o poi parlerò.
Intanto parlano per te i superpicchi della disoccupazione e (dati ocse) al 128% del debito/pil, evita quindi (come vedo sotto) di riferirti al debito, abbi questa creanza, ragionier Vanesio. Non mentire sulle cifre...siamo al 128% e non al 120%...il 120% era il dato di quando scendesti POLITICAMENTE in campo. Mai si era visto un crollo così verticale testimoniante tagli al produttivo e mantenimento di sovrastrutture inutili.Tu ragionier Vanesio hai fatto politica dal primo secondo. Questi sono dati che, più che conferire al banana-paese autorevolezza, conferiscono semmai l'immagine da terzo mondo. Ahinoi non immagine ma realtà.
Ci sono accenni anche al fantomatico "terrorismo internazionale" di "guerra preventiva memoria" ed alla pirateria senza specificare che i "pirati" sono spesso nel giusto, visto che i loro governanti, provocano esternalità di mercato e cioè arricchimento corrotto di pochi e disossamento di risorse, soldi, diritti al popolo locale. Chiedasi ai pescatori delle coste del Senegal. Ovviamente poi ci sono parole messe là a condimento tutte retoriche e buoniste.
Il nuovo ordine mondiale è messo in atto però non in chiave cospirazionista e complottista! Non ci sono marchi di Satana, nessun grande vecchio, nè rettiliani, microchip, trilaterale o altro ... solo il progetto (diverso quindi da complotto) di togliere i diritti acquisiti dalle classi popolane da 300 anni  a questa parte, in favore di aristocrazie finanziarie e di quelle in senso stretto.
Accumulo di capitale quindi e uccisione plurisecolare delle forze eredi della rivoluzione americana e della rivoluzione francese.
Segue il paragrafo "la strada per la crescita" e già nel sottotitolo "la crescita non nasce dal debito" e "finanze pubbliche sane" si denota la violenza sulla credulità delle persone. So già dove vogliono arrivare. Per questo è mio piacere mettervi il link sulla crisi del 1929 in USA (in 5 pezzi). Questo parla più di tante opinioni, perchè le opinioni sono buone tutte ma dove c'è un fatto, le opinioni si estinguono



Le politiche di Monti sono quindi quelle di Hoover che stava devastando gli USA. Per fortuna loro (e nostra) arrivò poi Roosevelt che, attraverso una spesa a debito pubblico produttivo, non solo fece ripartire la crescita nel paese ormai disperato ma lo rinnovò! Non è vero infatti che uno stato si amministra come una famigliola, tenendo i conti in ordine.E' l'ennesima boiata che fa breccia nel popoletto! Questo approccio ha senso nella spesa corrente ma non negli investimenti, i quali, magari ripagano nel medio lungo periodo! Idem per i settori che ripagano in termini di progresso culturale, mentale e ... tecnologico! Tutte cose che poi sempre nel medio lungo periodo portano palate di danaro!A questi investimenti non ha senso rinunciare, pena la fine del benessere. Cercarli dalla revisione di spesa è improponibile, è utopico. Sono solo spot elettorali. Tra questi investimenti e il sabotaggio del benessere statene certi il buon Monti sceglierà la seconda che ho detto.
Se, come è stato ormai ampiamente dimostrato, anzichè unire i debiti europei (in tal modo verrebbero quasi annullati per tutti) e finanziare l'economia si sceglie di tassare e tagliare ciò che protegge il popolo da spese eccessive (sanità, scuola ecc) si crea altra recessione!

I tagli e le tasse ci fanno finire al medioevo si pensi alla bistrattata ricerca. Non a caso nel medioevo la medicina era fatta da cialtroni del paese,da avventurieri privi di ricette sperimentalmente efficaci o da persone che facevano il possibile con le conoscenze microscopiche che avevano e alcune tradizioni ereditate...
Possibile che non si capisca che qualcuno per evitare uno schiaffo alla Germania ha scelto per i propri concittadini (ed ai loro discendenti) una bella revolverata in bocca?
Lo schiaffo la Germania l'avrebbe attutito bene con un mercato europeo coeso e quindi una forte barriera contro la prepotenza economica cinese.
Se iniziamo a leggere il pezzo di Marietto Monti vediamo che accenna ai mercati. Peccato che basta aprire il Sole 24 Ore per capire che delle varie borse mondiali quella di Milano è una parte e che in quest'ultima (sfogliate pure) i titoli delle spa ecc sono centinaia e centinaia e che lo spread è solo una microscopica voce del rapporto tra due righe. Per mesi ci hanno detto che i mercati qua e i mercati là erano lo spread, poi quando non era più possibile farlo li hanno ripetuti a dismisura in modo appositamente confuso, senza dire MAI che il mercato è ormai semplice TRADING e cioè non il mettere i soldi 20 anni nell'azienda giusta (che produce merce con rapporti qualità prezzo più appetibili, anche grazie ai nostri soldi) sperando di avere dividendi ma semmai il cercar di capire cosa faranno gli altri e agire nell'identica maniera..se gli altri comprano, compro se gli altri vendono, vendo. Tutto qua.
Le aziende che imprendono infatti non se ne vanno e non spostano capitali quando c'è un pò di tassazione o altro. Le aziende imprendono e permangono se in un paese c'è legalità (sicurezza della vita), libero mercato (non che alcuni vendono merci peggiori per accordi coi politici o con le mafie criminali) e coesione sociale (magari più tasse ma anche più benessere, servizi e felicità). Ecco perchè la Germania, manipolando lo spread, vuole conquistare alcune aziende italiane e comprarsele senza articolo 18 tra le scatole!L'abolizione di quell'articolo l'ha preteso lei! Quindi la Germania ha forzato la nostra democrazia! (Ma a causa di D'Alema & Co (Ciampi di nuovo lui (...), Prodi, Amato...) che furono i responsabili della assurdità di un euro senza unione dei debiti.....D'Alema quello che decise di impedire che finissero di esistere le banche di semplice deposito, quelle infallibili...). Però la Germania nel proprio paese i diritti come l'art.18 ce li vuole poi può anche permettersi investimenti rischiosi altrove, tanto, mal che vada, comanda lei.
Per continuare, questa agenda sotto l'albero, è altamente ipocrita a dire che il debito/pil debba scendere al 60%! E' infatti salito dal 120%  al 128% in un sol anno di Monti proprio perchè è stato impedito alla BCE di essere prestatrice di ultima istanza (unione dei debiti) ed a forza di colpire le famiglie e le piccole medie imprese (PMI) la recessione si è autoalimentata, la gente cioè non consuma e gli introiti statali sono crollati.Idem la produzione. Anzichè spiegare questo, mirano a vendere i nostri patrimoni così che un giorno anche le nostre meravigliose opere d'arte saranno un ricordo depositato nelle mani della finanza internazionale. Non ci tranquillizzano per niente le ambizioni ventilate a fine agendina dei sogni. Lo capiamo o no che dismettere il patrimonio è inutile e l'anno dopo risiamo al solito punto? Con 2000 miliardi di euro di debito cosa ci cambia se otteniamo cento milioni rimangiati subito dagli interessi l'anno dopo???Questa operazione il nostro paese la cominciò già in passato e si è rivelata inutile. I debiti devono essere uniti questa è l'unica soluzione. La Germania non ha il coltello dal manico perchè se noi Italia ci accorgiamo di morire strozzati dalla sua prepotenza e di ridurci come straccioni possiamo benissimo decidere di non pagarli (default) sti debiti! Questo non è nè più nè meno di ciò che avviene investendo in azioni Lehman Brothers o di qualsiasi azione male investita. La Germania peraltro cresce e c' ha già stra-guadagnato con eurolandia per quanto detto e infatti fa la voce grossa e non solo con l'Italia. Stava molto peggio a inizio millennio...al contrario nostro. (Di noi cittadini). Cari teutonici dovete trattare ed accettare una unione completa. Questi erano i patti non scritti sanciti dall'etica e dai principi fondativi.
Continuando col testo sotto analisi si parla di eventuale riduzione (direi elettorale) dei carichi fiscali su lavoro e impresa...ok ma su chi finiranno? Io un'ideina ce l'avrei. No, no, non illudetevi che tassino i megacapitalisti che in 12 anni sono passati al 45% della ricchezza ( e sono il 10%) del paese....non bastava loro essere in possesso del 40%.
Infatti il Rigor Montis cita tale auspicio ma poi mette montianamente le mani avanti sul "come", parlando di fuga di capitali (ma quali???come detto fuggono per altri motivi) e di tasse sui consumi. Scommettiamo poi alla fine sarebbe quasi tutto sulla seconda colpendo i deboli? Monti l'hai già dimostrato.
Già meglio quando parla di "spending review". Ovviamente la revisione di spesa (i termini inglesi lasciali per te Mario, giù le mani dalla nostra lingua, siamo stufi di strategie mirate al farci sentire in colpa per qualcosa ed inferiori...l'Italia non ha mai vissuto sopra le proprie possibilità, semmai è il contrario come dimostrato da un link che ho applicato) deve indirizzarsi a fornire soldi agli investimenti. Il punto è però che essi devono essere elargiti anche attingendo dal debito poichè se producono soldi e ricchezza non ha senso martellarsi i testicoli rinunciandovi. Altrimenti è l'ennesima frasetta elettorale che poi viene disattesa con scuse di vario tipo "eh volevamo investire in ricerca ma son cadute le Torri Gemelle ecc ecc ecc".
Vergognoso il proclamare la presunta riduzione di auto blu e stipendi a mega manager (che hanno distrutto il paese). Tutto falso. I privilegi sono aumentati ivi comprese le auto blu. Vi spiego come stanno le cose: Se prima ne acquistavano 1000 l'anno adesso ne acquistano 800 l'anno. Per cui aumentano. (Nonostante le altre continuino ad essere in ottimo stato).
D'accordissimo invece nel semplificare e rendere meritocratica la pubblica amministrazione. La P.A.
Sarebbe anche l'ora che i dipendenti pubblici avessero stesso trattamento di quelli privati. Basta privilegi e mafie sindacali autoreferenziali. Sindacati ormai costosi, a-meritocratici e privi di trasparenza.
Capitolo "stagione delle liberalizzazioni":
Il caro Monti, ricordo benissimo, che contro alcune categorie fece il leone mentre con altre cedette ed anzi concesse. Ricordo solo questo e anche il famoso 7% di crescita che ci aveva promesso forse in un impeto di maniacalità! Per il resto non mi addentro perchè non sono un tuttologo. A grandi linee considero le corporazioni ed i cartelli una tassa occulta e quindi sono anche un fautore delle liberalizzazioni ma in questa parola c'è pieno di tranelli, basti pensare alla distruzione dei finanziamenti alle energie rinnovabili ed a vari favori a certe compagnie che nulla hanno a che vedere con tale termine.
Il "rivitalizzare la vocazione industriale" è una voce che grida vendetta per il pulpito dal quale proviene e per quanto già espresso sulla questione de-industrializzazione (chiusura cioè di certe aziende concorrenti alla Germania) susseguente la non unione dei debiti. Sul caso Alcoa vi consiglio il link seguente per capire il marcio che circola a partire dalle solite multinazionali finanziarie:
http://www.sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/09/questa-e-la-mente-operativa-dietro.html

Ricordo che le minori tasse introitate a causa delle chiusure delle aziende rispettose di diritti e ambiente, sono state pagate con tagli e tasse che non fanno altro che impoverire il cittadino, il quale, spendendo sempre meno, non solo si impoverisce ed è sempre più modesto, ma  genera ulteriore crisi. (Politiche pro-cicliche cioè che generano il ciclo, in questo caso recessivo).
L'unica soluzione è che lo stato intervenga FINANZIANDO. In ottica Europea certamente. Eurobond + Creazione di nuova moneta.
Incredibile che alla voce "riduzione dei costi energetici" non si accenni al fotovoltaico. Una cosa per chi conosce la materia, VERGOGNOSA! Soldi gettati dalla finestra.
Non manca nell'agendina l'accenno a "lavorare sulla produttività totale dei fattori e sul costo del lavoro per diminuire quel divario con gli altri Paesi europei che crea uno squilibrio di competitività...sulla strada del decentramento della contrattazione salariale ,lungo il solco dell’accordo tra le parti sociali dell’ottobre scorso". COME A DIRE RIDUZIONE TUTELE AI POVERI SALARIATI per aumentare il profitto delle aziende. (Cinesizzazione del lavoratore). Si insegue cioè la Cina sul campo delle ingiustizie sociali anzichè su altre basi. Non ve l'avevo detto? Ecco il link http://spread-politica-economia-massoneria.blogspot.it/2012/08/i-greci-cavie-per-capire-fino-che-punto.html.

La defiscalizzazione del lavoro può e deve avvenire solamente attraverso la tassazione del maltolto indirizzata ai mega ricchi.
L'auspicio a grossi investitori stranieri è stato ampiamente previsto. Il signor Monti ha sempre mirato a rendere i salari sempre più microscopici ed a distruggere il tessuto industriale e piccolo commerciale per favorire le grosse compagnie estere, sulle quali, nessun sindacato può agire ed i cui profitti non si redistribuiscono equamente, magari sui local, ma finiscono in poche tasche.
Una cosa che leggo con piacere (finalmente) è la constatazione che gli italiani laureati sono pochi. Troppo spesso si sente dire che sono troppi, quando invece è questo paese infame a non dar loro opportunità e non essi ad essere troppo numerosi. Tutta la questione via via sciorinata con sigle e controsigle andrebbe valutata sul campo ma di certo non si può continuare con i concorsi, le SISS, i TFA truccati al 75%.
La parte inerente i rifiuti e l'energia è esposta mirabilmente ma non si dice che dal 2005 le famiglie hanno provveduto ad una grossissima riduzione dei consumi elettrici e ad un buonissimo riciclaggio mentre le industrie ed i settori avanzati hanno fatto l'opposto. Se davvero Monti investisse in energie rinnovabili e SOPRATTUTTO IN NUOVI PARCHI NATURALI DI ROOSEVELTIANA MEMORIA AVREBBE UN BEL PUNTO A FAVORE, anche decisivo.
Il libero pensiero impone di non vedere tutto bianco o tutto nero.
Purtroppo sull'energia rinnovabile il governo ha operato si quest'anno...l'ha ammazzata. Quindi non spari frottole.
Il conto energia può fornire incentivi per massimo 5 mesi poi morirà. A nessuno dopo converrà comprare pannelli fotovoltaici e l'Italia si condannerà a legarsi alle fonti fossili dei paesi instabili.
Per quanto riguarda la parte "agricoltura" bastavano tre parole più naturalisti e geologi.  Non appare. L'Italia deve essere bonificata per almeno 20 anni da cementificazioni pericolose (vedasi Genova) e difesa dai disastri naturali.
Sulle bellezze artistiche e naturali apprezzo ciò che il testo cita e che sto dicendo da tempo:
L'integrazione tra natura e cultura = turismo. Ovviamente va evitato di accostare la parola "banca" a quella di patrimonio artistico culturale....l'agenda di Monti invece lo fa inesorabilmente...chissà perchè!
GROSSA BOIATA POI EMERGE IN

"Dal canto suo la riforma del mercato del lavoro rappresenta un passo avanti

fondamentale del nostro Paese verso un modello di flessibilità e sicurezza vicino a

quello vincente realizzato nei Paesi scandinavi e dell’Europa del nord".

INCREDIBILE.Mario Monti si spaccia per Roosevelt (socialdemocrazia Keynes - Roosevelt - Scandinavia) quando invece applica ricette di Hayek ed Hoover. Dove stanno le emissioni di moneta della bce ? Dove stanno i nuovi parchi naturali? L'unione dei debiti e la bce prestatrice di ultima stampa?!?! Cosa c'entrano i mega regaloni alle banche con Keynes?

Anche la voce disoccupazione viene confusa con quella europea, senza dire però, che in Italia il tasso è stato il più alto di tutti sulla falsa riga di ciò che è avvenuto col rapporto debito/pil.
Seguono poi una serie di intenti sulle donne che sono così scontati che li sentiamo ad ogni campagna elettorale.
Nella parte inerente il welfare c'è altra retorica e cioè frasi fatte ma senza precise modalità. Non ha nessun costo dire che vanno tutelate sia la sanità pubblica che quella privata, che deve esserci un'ottima tutela della salute e del merito ecc ecc Chi lo spiega però a mia sorella infermiera, la quale, ha visto tagli incredibili nei posti letto, nel corpo sanitario serio e produttivo, ha visto accorpamenti di reparti diversissimi e il permanere dei mega stipendi ai manager? (Dimenticavo la minaccia di chiusura dell'Ospedale Versilia che ha un bacino di utenza enorme, è nuovo ed efficiente). Dove sta il rafforzamento del sistema sanitario nazionale tanto millantato nell'agenda?
Certo rafforziamo pure il volontariato ma basta che esso non sia sostitutivo e da esso non si generino ramificazioni poco chiare. Diamogli semmai strumenti aggiuntivi magari le ben note auto blu.
In questo caso che seguirà mi trovo completamente d'accordo:

"E’ un’esperienza

che dovrebbe essere generalizzata studiando come creare un reddito di

sostentamento minimo
, condizionato alla partecipazione a misure di formazione e

di inserimento professionale".

L'importante è che questo "minimo" sia minimo 512 euro e che non sia solo studiato ma REALIZZATO.
Ovviamente deve esserci la possibilità di toglierlo, DEFINITIVAMENTE, a chi lavora in nero.
Ottime premesse anche per quanto riguarda l'impulso, PER ORA SOLO DICHIARATO, alla creazione di meritocrazia, di mantenimento nei confini nazionali dei laureati e maggiore mobilità sociale (cioè che se sei povero non è muori più povero e viceversa!).
La domanda è PROMESSE DI PULCINELLA VISTE LE ... PREMESSE?
La domanda seguente è ... COME?
Solo con la revisione di spesa?Mah, ne dubito.
Andiamo avanti con calma e gesso...

Terrificante leggere: " Occorre ridurre lo spazio per i condizionamenti della politica nelle carriere
amministrative e professionali, come si è cominciato a fare per i primari nella sanità
pubblica o nella scelta della nuova dirigenza RAI".
(Peraltro, mafiette a parte, rabbrividiamo un pò tutti sapendo che l'emiro del Qatar ha messo le mani sulla RAI ormai da tempo ...  http://spread-politica-economia-massoneria.blogspot.it/2012/12/la-verita-che-dovete-sapereil-governo.html )

Nella parte "Cambiare mentalità, cambiare comportamenti" si parla di riforme costituzionali.
Le istituzioni per ora hanno visto introdurre dei cambiamenti attraverso un golpe. Un parlamento di nominati, una maggioranza ribaltonista e consociativa ha messo uomini legati alla Goldman (la responsabile della crisi, ripeto, FINANZIARIA  e non economica) a decidere che andava introdotto il pareggio di bilancio.
Hanno perciò proibito Keynes e la socialdemocrazia economica in favore del liberismo. Mi fido poco perciò di chi ha assunto un tale atteggiamento. Vorrei che modificasse la Costituzione qualcun'altro.
Giusto dimezzare i parlamentari, fare immediatamente la legge elettorale e non modificarla sempre in favore del governo uscente. Purtroppo Monti parla solo di diminuzione dei parlamentari ed in questo campo credo la gente voglia molto di più.
La parte conclusiva ipotizza riduzioni ai membri della cosiddetta "casta". Il termine è usato proprio da Monti. Quindi di casta si tratta e finalmente a scopo elettorale lo si ammette pubblicamente. Peccato che servirebbe maggiore incisività. L'abbattimento totale del finanziamento pubblico ai partiti ed ai giornali. Essi però hanno lavorato per lui e non può certo punirli. Ecco perchè tali intenti si ridurranno a semplici colpi di spugna, al minimo. Non ha nessun senso, ed è fine a se stesso, arrogarsi meriti su presunti metodi innovativi contro le lobbies e con le trattative con essi. A parte il fatto che ammettere trattative con le lobbies profila un reato, in quanto i governi devono agire nella trasparenza delle aule parlamentari, nelle commissioni (non fuori) e nell'interesse del paese ed inoltre, i mega regali alle banche, testimoniano che con Mario Monti da quel punto di vista (e da molti altri) ci siam buttati nella brace.
Concordo pienamente sulla lotta all'evasione, alla corruzione ed alla criminalità ma si deve colpire innanzitutto l'evasione dei mega evasori, degli iper capitalisti (che rappresenta il 40% dell'ammontare in danaro ), delle mafie appunto (40%) e solo in un secondo tempo l'8% della piccola evasione.
Tutti gli altri provvedimenti sono perfetti.
Una cosa però fa davvero paura...la polizia europea.
Come al solito, per scopi davvero bassi, sono prontissimi a fare provvedimenti a favore dei colossi ma lentissimi per il resto. La polizia europea serve per "delocalizzare" la repressione. In altre parole se noi cittadini italiani protestiamo per questo stato di cose, ci mandano la polizia europea a randellarci, magari in quella situazione, fatta da tedeschi (ad esempio).
Oltre a non aver unito i debiti ma solo la moneta, oltre a fare regaloni alle banche a spese nostre (anche future visto che poi coi nostri prestiti allo 0.75% ,loro stesse un secondo dopo.... ci indebitano riprestandoceli a tassi monstre!!!!), oltre ad aver creato le condizioni di futuri regali, facendoli partire non più da Roma ma da Bruxelles (e quindi meno controllabili dall'opinione pubblica, già debole in queste tematiche) hanno fatto prestissimo a creare questo corpo repressivo sovranazionale che semmai era l'ulimo passo.
Nel mettervi il link della simpatica agendina di Marietto Monti vi rivelo un mio pensiero..solo un pensiero, non è nè una previsione, nè una congettura, nè niente...ma se il mondo e le democrazia sono basate ormai su rapporti di forze basati a loro volta sul denaro...se comanda il denaro....sarà il denaro a terminare le democrazie? La finanza multinazionale si impadronirà del potere legislativo, esecutivo, giudiziario ecc?

Nessun commento:

Posta un commento