domenica 12 agosto 2012

TFA: L'unica via d'uscita è ammettere tutti i promossi all'anno di tirocinio formativo.

Da un lato questo rimpinguerebbe le casse delle Università ma motivazione ancora più degna è che.....HANNO RAGIONE TUTTI.

COSA INTENDO?
Intanto pubblico il pezzo del Sussidiario:
http://www.ilsussidiario.net/News/Cronaca/2012/8/12/LETTERA-Ingiustizia-TFA-come-mai-cosi-tanti-errori-nei-test-/311261/

Innanzitutto le domande errate, troppe.Avete capito bene..non si è trattato di correggere le risposte ma più che altro le domande.
Quando i più alti tecnici arrivano a dire che la speciazione è l'aumento di individui di una popolazione e la fotosintesi è il consumo di O2 allora il Ministero DEVE ammettere che gli esaminati che han superato il test  perchè ne sanno più degli esaminanti (!!!) e decidere di ammetterli tutti all'anno formativo.
Se la vedranno poi al concorso finale.
Infatti il gioco al massacro fratricida è una assurdità. Il mostro concepito dalla Gelmini pure.
In questo momento c'è chi sostiene che le nuove matrici di risposte corrette siano ancora opinabili.
Altri si vedono superati in graduatoria da chi era dietro ma chi era dietro dice in modo egualmente sensato che meritava di esserlo già da prima.
Anche quando le domande giuste eran 2 in modo ponderato e condivisibile il punto è stato assegnato a tutti. Spesso infatti un esaminato escludeva le risposte troppo simili non per conoscenza ma perchè percepiva che il test si basava su interpretazioni spesso libere o comunque perchè restava frastornato dall'ambiguità ed andava in totale confusione.
Se qualcuno si alzava a contestare la domanda finiva per perdere 20 minuti in discussioni frammentate in 5 o 6 frangenti perdendo minutaggio e concentrazione (mentre altri copiavano e collaboravano bellamente).
Questo non toglie però che alcuni avevano avuto il merito di restare freddi.
E quindi che si fa? In pratica una SISS ma di un anno.
Si continua? E per cosa? Per ammettere meno gente quando ci sono centomila abilitati sparsi per il paese? Cosa cambia? Ha senso l'abilitazione quando ciò che conta sono le capacità nel rapportarsi empaticamente alle classi con cui l'insegnante lavorerà!?!
Il ministero si è sforzato di rimediare e questo un pò va riconosciuto..la Gelmini avrebbe fatto come gli pare (tanto per lei il Cern faceva passare il neutrino sotto i nostri piedi per mille miglia).
Per non diventare Gelmini e per recuperare un pò di autorevolezza (e magari simpatia) sto Ministro deve avere coraggio e fare un moderno salto di qualità.
Fantozzi o novello Armstrong?

Nessun commento:

Posta un commento