martedì 17 gennaio 2017

Il M5s governerà col PD? Il tradimento di Grillo su euro e clandestini.

Perché me ne sono andato dal M5s.

Quanto leggerete fino a un mese fa era impensabile.

Come mai Beppe Grillo invece di chiarire che gli italiani non fanno figli a causa della miseria e parlare dell'inopportunità di incamerare clandestini (competizione al ribasso tra disoccupati e clandestini per un posto di lavoro = crollo diritti = smottamento conseguente dei salari) nel messaggio di fine anno chiede come soluzione che si incamerino migranti per rimediare a questo crollo delle nascite?





Premetto che troverete sottolineate le condizioni (siamo tutti Farage, 1 vale 1) affinché io Marco Giannini (signor nessuno) rientri in M5s dopo la VERGOGNA DELLE VERGOGNE (da far impallidire Renzi) chiamata ALDE: condizioni da eseguire entro breve altrimenti sarà chiaro che (anche dovessero essere applicate in futuro) sarà solo per esigenza opportunistica di Beppe Grillo e non VALORIALE... come è noto chi ha tradito, caro Beppe Grillo, senza adeguate garanzie statutarie, lo rifarà. 
Al momento vedo che, anziché fare la cosa più ONESTA, si mostrano i muscoli (arroganza), si cerca di minimizzare (parlando di "errore") e si cerca di distrarre (caso "giornali"):

Sottolineo che quanto si leggerà è la tipica trasformazione di un Movimento in un Partito Oligarchico anche mediante omogenizzazione della base (da critica in suddita) e tramite un chiaro indirizzamento politico (euro/globalizzazione/clandestini) è finalizzata ad una alleanza con il PD.
Non ho dubbi che quando essa avverrà in 4 secondi la "base" festosa approverà.

Le giravolte allontanano i coerenti ed i competenti, quelli che quando piovevano sberleffi ci mettevano la faccia e incamerano quelli che sbeffeggiavano perché ottimi captatori della poltrona.

Costoro vanno ad aggiungersi a YES MAN (la maggioranza), finti fideisti/ruffiani e fanatici. 
Grillo che ora chiamano "Il RE" lo sa e non farà un bel niente...il consenso per questo non ne risente (la chiamo "resilienza elettorale") grazie al collasso della destra e al momento di crisi di Matteo Renzi
Grillo sa che questo bacino che ora lo acclama (come piace a lui in un'orgia auto celebrativa), è un maelstrom che vedrà crollare ulteriormente la qualità del SUO PARTITO ma a lui questo fa comodo a quanto pare, con buona pace di un paese dove "il cittadino punto e basta" doveva finalmente esprimersi col proprio talento (Ah...sottolineo SUO e sottolineo PARTITO). 
Io nel mio piccolo avevo un 75/80% di diventare deputato, a Camaiore mi votavano davvero tutti (2/3) anche in altre forze politiche eppure...fanculo! 
Non sono come quelli che piacciono a te caro Peppe.

Però io lo stesso giorno di marzo 2013 che PD e FI dichiararono di voler modificare la Costituzione avvertii la Senatrice Catalfo che non poteva essere un caso se la Jp aveva detto lo stesso.
Sono anche quello plagiato da una certa Lalla di Arezzo su Landini e Benigni (pezzi apparsi poi sul blog).
Sono anche quello che nel 2013 (unico) alle politiche aveva preso su questo blog i sondaggi precisi al centesimo!
Sono anche quello che alla stessa Senatrice (essendo membro BIN) aveva comunicato che nel Libro Bianco di Biagi c'era il RDC.
Sono anche quello che ricevette l'onore di una dedica sul suo libro dalla Vedova Caponnetto che riconosceva in me 5 valori del marito.
Sono anche quello che scrisse su Sociologia e Società in Rete un pezzo ("L'assoluto nascosto nel bello") poi letto a Caltanissetta in occasione della ricorrenza per Rosso di San Secondo.
Sono anche quello con una poesia che gira il mondo contro la guerra in Serbia.
Sono anche quello che mentre voi in Parlamento combattevate in modo corretto, da veri M5s (all'epoca(, contro il Decreto Bankitalia (ma sparavate anche alcuni sfondoni) io il giorno successivo PER PRIMO in Radio Studio 54 (la più ascoltata in Toscana collocata a Scandicci nel cuore di Renzi) descrivevo per filo e per segno la questione, in ogni dettaglio (vedasi cliccando qua). 
Sono anche quello che avete plagiato (caso Marra) col "non esiste il braccio destro nel diritto amministrativo" 12 ore dopo detto pari pari da Raggi.

Sono quello (leggasi pezzo del 6/12) che disse "attento Grillo Renzi attaccherà Gentiloni quando ci imporrà sacrifici per farsi percepire come quello che ci difendeva da mali peggiori" e dato che la inviai a persone di tua fiducia 24 ore dopo la disse Dibba in tv.

Sono anche quello di alcune propostine su Rousseau che ancora dovevano venire votate e che Casaleggio Staff ha sicuramente (si può dire stizzitamente? Non credo...) eliminato dopo la mia cancellazione: prevedevano un bellissimo sistema per ridurre le Accise stimolando il finanziamento rinnovabili/trasporti pubblici, per superare il Trattato di Dublino e per riformare le Commissioni Territoriali.

Il problema è che sono anche quello del Libro Alla Camera contro il Neoliberismo e contro l'Euro con editore lo scomodo Paolo Brunetti, le prefazioni di Massimiliano Bernini, Corrao, Ciprini e della prestigiosissima e onestissima Variato (la migliore economista in Italia)..
Eh sì...il problema è quello perché io zitto non ci sto. Ma tu gongolati coi tuoi nuovi seguaci Peppe.

Andiamo al dunque...

Ve lo dico subito non parlerò della cazzata della Democrazia Online: il voto dell'altro giorno è stato una pagliacciata, astenersi commenti di natura opposta (non ho dimenticato il cervello in salotto e non sono un peppista, mai stato, ero un pentastellato). 
Far credere che "l'Italia va male" per la corruzione, per i super stipendi, per la burocrazia è una panzana. L'etica è una cosa (e bisogna agire in ogni modo per ritrovarla) ma l'economia è un'altra. Le ragioni del crollo economico sono "euro" e speculazione sui TdS (leggasi libera circolazione merci e capitali in UE...eh sì...quella...) spacciata per "Europa dei popoli".
Con ALDE (vedasi cliccando qua l'accordo vergognoso ma mi auguro sappiate leggerlo "come si deve" a un esperto in economia e di geopolitica) si è voluto dire loro chiaramente "fate pure". 

Il famoso "accreditarsi in Europa" tradotto significa passare dalla parte della Clinton, delle multinazionali finanziarie e dei tecnocrati. 
Ok? 

La gente non lo sa ma io sì e chi può salvare i nostri figli è l'economia reale ed al momento i migliori in circolazione sono Putin e Trump (Farage).
Compris?  

Cioè coloro che "sono nel giusto" e che volevi tradire (ma in realtà tradivi il futuro dei nostri figli...no Peppe non dei tuoi...intendo dire dei "nostri" di noi italiani pezzenti quali ci consideri). 

Per dirla alla Foa una volta che avevamo Farage alleato (grande amico anche personale di Trump) scendiamo dal carro del vincitore? 
Trump (mica la Svezia, parlo degli USA) cerca un alleato in Italia che non sia servo dei tecnocrati europei, che sia contrario alla globalizzazione schiavista, alle multinazionali, all'immigrazione indiscriminata e favorevole alla sovranità, non contrario ad uno Stato Sociale forte come alleato e noi che abbiamo avuto la fortuna sfacciata di avere come partner l'uomo del Brexit (Farage) si va col piattino in mano da Alde?
E cosa è questo un E-Commerce (scusate la malizia)? 

Tradotto significa anche inginocchiarsi al Dio Denaro (anzi proprio alla moneta Euro). 
Euro = moneta insostenibile e non riformabile (solo gli incompetenti che non hanno studiato e i venduti dicono il contrario).
Tradotto significa accettare passivamente l'immigrazione indiscriminata. 
Significa azzannarsi col PD perché si vuole sostituire il PD per fare le stesse cose del PD e non infastidire il (neo)padrone. 
No, il M5s non credo sia nato per disinnescare il dissenso...ha scelto di farlo di punto in bianco senza una strategia...solo tattica. Ha scelto di affiancare Napolitano come riferimento di quei poteri forti (lo ha detto Aldo Giannuli...) ma su questo torneremo.
Alle multinazionali fa molto comodo sostituire (come cane da guardia ai propri interessi) il dobermann (il PD) stagionato, con uno nuovo e credibile (M5s dopo Berlusconi e Renzi) che ti dura almeno una ventina d'anni senza scossoni.

Ecco quindi le domande a cui quindi ho risposto. 
Sì ho invertito...prima le risposte poi le domande.

Perché COSA PIU' IMPORTANTE DI TUTTE, in epoca di crimine finanziario contro l'umanità, invece di inserire nel NON STATUTO "Fuori dall'euro" e "Nessuna alleanza coi neoliberisti" (dato che è proprio la globalizzazione a portarci alla miseria) si dimostra profonda ignoranza, incoscienza ed incompetenza e non è stato ancora fatto?

Perché non si è fatto votare un Nuovo Direttorio online che allontani l'esperto di E-Commerce (passatemi ironia) Davide Casaleggio dalle strutture decisionali e ha trasformato M5s in una diramazione di  Casaleggio Associati quando suo padre Gianroberto sosteneva l'esigenza di tenere i due mondi estremamente separati?

Perché Grillo non si è scusato?

Perché Beppe va col piattino in mano da ALDE lanciando un segnale chiaro (a prescindere dall'esito della "trattativa") di resa nei confronti del potere multinazionale e globalista dopo per anni aver portato con sé il dissenso contro costoro (dissenso adesso con all'attivo anni di anzianità peppistica e quindi silenzioso)?

Il M5s aveva incamerato la linea davvero più sentita dal territorio italiano (No ai migranti clandestini) integrata da una più intensa conoscenza delle MATERIE "ECONOMIA" (Fuori dall'euro), "GIUSLAVORISMO" (No alla competizione al ribasso) e "GEOPOLITICA". 

Eppure in mezza giornata ha cercato di trasformarsi in una sorta di Partito Radicale e massonico (chiedasi a qualsiasi massoneria quali sono i suoi dettami) filo finanza internazionale, iperliberale (leggasi poco sopra...), anticlericale (...), antiproibizionista (e qua uno può anche esser d'accordo), globalista ed a tinte Internautico - New Age. Magari un domani anche favorevole alla sperimentazione umana, perché no?
(Caro Peppe lo so pure io che la wireless dovrebbe esser gratuita ma vedi, un conto è usarla per fare informazione un conto è trasformarsi in flippati imbelli che poi non reagiscono, non fanno rivoluzioni e magari votano 80% pro ALDE).
A proposito leggo che adesso la base chiede "sanzioni" per Borrelli (in figura seguente)... e quando lo avrete sanzionato (dopo averlo votato e acclamato) cosa ci avrete guadagnato?

No perché si dà il caso che su Toscana 5 Stelle io quando inferocito scrissi (8 ore prima che uscisse l'80%) "GRAZIE BORRELLI" tutti tacquero (nemmeno un like)...ora da bravi Yes Man lo usano come capro espiatorio per farsi percepire dal "Re" come cazzuti...
Mi sovviene la frase che suggerii ai miei plagiatori inerentemente la Raggi:

"VIRGIN di servo encomio e di codardo oltRAGGIo"...siete tutto l'opposto...cari i miei peppisti.

In quella pagina stanno ancora oggi (gli influencer) indottrinando sulla futura esigenza di entrare in ALDE e sul fatto che uscire dall'euro è l'"extrema ratio" per il M5s.
Falso.
Anche togliendo fiscal compact, pareggio di bilancio e pure predisponendo una parte di eurobond, con l'euro, l'Italia, collasserebbe verso troika e dafault.

(E' falso dire quindi "questo euro è sbagliato").

Concludo con una riflessione magari ridondante e sicuramente personale (ma non sono certo il solo...): 
Con ALDE i contatti pare iniziarono un secondo dopo il Brexit...da un lato ciò rafforzerebbe l'ipotesi del partito progettato per canalizzare il dissenso ma dall'altra potrebbe significare anche il penoso e codardo scenario in cui un leader si propone così "cari eurocrati/multinazionali state perdendo se volete vi aiuto... se mi fate entrare" (cioè diventare il loro maggiordomo di fiducia insieme a Napolitano...altro "monarca"...).
Oppure la terza ipotesi è che sia un caso ma capite bene che il NON STATUTO ORA VA MODIFICATO PER TAGLIARE LA TESTA AL TORO E RIDARE M5s ai legittimi proprietari I CITTADINI.
A mio avviso comunque M5s non è stato progettato per disinnescare il dissenso come sento dire dai soliti complottari: credo piuttosto che per dinamiche "privatistico-aziendali" qualcuno, non so chi, abbia pensato "sai che c'è passo alla cassa". Si è presentata l'occasione...
Diciamo che il M5s oltre a non avere strategia ma solo scelte tattiche (cit. Giannuli) a volte svilisca anche lo stesso concetto di "tattica". 
E se mi sbagliassi? Beh...e se avessi ragione? Ringraziate la FAMOSA TRASPARENZA DEL M5s in cui credevo che è andata bellamente a farsi benedire insieme alla Democrazia Diretta dell'1 vale 1 (vedasi il cerchio magico che si è recato da Alde).


Aldo Giannuli (che ricordo essere estremamente vicino al M5s) ha brillantemente espresso un altro concetto: il Movimento 5 Stelle ha cercato di entrare a far parte dell'oligarchia globalista di cui Napolitano è l'attuale propaggine in Italia.
Da un monarca all'altro.
Ps: ah, per cortesia, diffondete questo pezzo.
Cordialità
Marco Giannini

giovedì 12 gennaio 2017

Me ne sono andato dal M5s...Grillo ha tradito.

Presto comunicherò la mia opinione in un articolo...attendo solo qualche giorno per vedere se rinsavirà.

domenica 1 gennaio 2017

Attentato di Firenze: "Cari USA rifatelo e salutiamo la NATO".

Ecco cosa direbbe un PREMIER IN GAMBA.

L'ordigno esploso a FIRENZE di fronte a una libreria riferibile a Casa Pound è un atto gravissimo e vergognoso.
Chiara matrice globalista.

Massima solidarietà verso l'artificiere che non avrà più una mano e un occhio.

Questi gruppi criminali hanno evidentemente valori traviati e cervelli bacati.

A causa loro, di queste "peculiarità", un povero Cristo che lavorava per il proprio Stato ne pagherà conseguenze crudeli durante tutta la vita (un lavoro che dovrebbero svolgere i robot. Esclusivamente).

FIRENZE NON A CASO FU ANCHE I GEORGOFILI.

I legami mafia, finanza, USA li scoprì anche qualcuno che è stato fatto saltare in aria.
"Gentiloni vai dai tuoi padroni e comunica che usciamo dalla NATO".

Non è un caso che oggi fosse capodanno e non è un caso che Firenze sia la città del "premier ombra", del premier delle banche che hanno perso il Referendum.

Banche a cui servono altri 60 md e non solo i 20 che si sono intascati MEDIANTE IL SOLITO DECRETO illegittimo.
Banche che sentenziarono che la Costituzione non gli permetteva di fare i porci comodi loro.

I governi illegittimi dei benpensanti sono oggettivamente responsabili di aver riattivato simili BESTIE sul territorio, già conosciute sin dai tempi di Moro.

TRADITORI DELLA PATRIA CHE mediante la STRATEGIA DELLA TENSIONE cercano di mettere a tacere chi protesta contro le nefandezze di chi ci governa E LAVORANO INCESSANTEMENTE PER TOGLIERCI LA RESIDUA SOVRANITA'.

Moltissimi centri sociali, in USA come in Italia, SONO INFILTRATI e quando manifestano non lo fanno mai contro i veri interessi, contro il nucleo. 
"Non disturbate il (loro) manovratore".

GRILLO PROPRIO IERI SERA AVEVA DETTO CHE DOVEVAMO TORNARE A SENTIRCI ITALIANI PRIMA CHE SINGOLI. PATRIOTI!
Dobbiamo capire che o si cambia direzione in ogni angolo di questo paese di martiri o saremo schiavi.
.
VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA.

sabato 31 dicembre 2016

Accise sulla benzina: scandalo! Eccovi verità e soluzione a 5 stelle.

Con Rousseau, se mi aiutate, vi stupirò di nuovo (spero le voterete in massa, stavolta siete voi a contribuire per me).

Credo che chi mi segue da, ormai, anni si sia abituato a qualche mia sorpresa. Anche se il blog è quasi fermo "eppur si muove". Ogni tanto contribuisco per come mi è possibile all'informazione. 
A volte è stata la mia denuncia (primo in assoluto) su JP Morgan (2013), altre (2013) il sondaggio che azzeccò i risultati, altre le previsioni sulle politiche recessive di Monti (2011) durante i plausi mediatici a reti unificate, oppure i campanelli di allarme su Renzi(2012), altre la presentazione del mio saggio alla Camera dei Deputati ecc ecc ecc.

Stavolta è il turno delle ACCISE.

Forse non sapete che noi paghiamo l'IVA (aumentata da Monti al 22% peraltro) non solo sul prodotto industriale ma anche sulle accise! La tassa sulla tassa una roba da scandalo.
Una tassa che pesa per 3 md di euro, un onere evitabile se riportassimo le spese militari ai livelli del 2007 (4 md in meno). Per la cronaca le spese militari a cui mi riferisco non sono spese necessarie e niente hanno a che vedere con Carabinieri e Polizia (sicurezza interna). Nel mio saggio "Il neoliberismo che sterminò la mia generazione" (Andromeda) ci sono le fonti precise.

Da qua la prima proposta di abolizione che riporterebbe la tassazione (accise + IVA) dal 67.4% al 62%.
Il livello pre-crisi (2008) prima cioè dello "stupro" finanziario era al 57.4%. 
Perché dobbiamo ancora oggi pagare la crisi con la solita cura di austerity quando ormai è noto a tutti (quasi) che per uscire dalle recessioni serve l'opposto si devono semmai abbassare le tasse, aumentare i diritti universali (es. il R.Di Cittadinanza Minimo Garantito) e potenziare i servizi? L'ABC dell'economia.

L'abolizione dell'IVA sulle accise cioè della TASSA SULLA TASSA (volgarmente) quindi non è solo una operazione di incremento della qualità della spesa pubblica, ma esprime anche una politica anti ciclica, anti recessiva (si usava dire "rimettere soldi nelle tasche dei cittadini"). Danaro nelle tasche non solo di chi un lavoro già ce l'ha ma di tutti (IVA e accise ledono in proporzione chi è in difficoltà tipo precari o disoccupati aiutati dalle pensioni dei propri cari).

Seconda proposta.
Questo è il paese dei parassiti (scusate il termine), degli speculatori, dei cementificatori, degli impianti al paracetico (Lido di Camaiore) che non hanno pietà di imprenditori distrutti, dei suicidi, dei malati con sostegni nulli o carenti, dei salari ridotti alla metà (in primis con le privatizzazioni dei "gestori" dei servizi), delle pensioni da fame usate anche come ammortizzatore sociale per tenere in vita figli e nipoti ecc ecc ecc.
Eppure, sempre dal 2007, le spese per burocrazia (e per la politica) sono incrementate (a spese ad esempio della cultura) per un ammontare simile a quello per gli armamenti; livellandole (sono sprechi) potremmo riportare il 62% di cui sopra (livello che si ottiene abolendo l'IVA sulle accise) addirittura al 57.4% pre crisi (2008). 

A questo punto stabiliremo due TETTI di tassazione:

1) 57.4% TETTO RELATIVO. (Criterio = Livello pre crisi, 2008).
2) 62% TETTO MASSIMO ASSOLUTO. (Criterio = Livello attuale al netto della "tassa sulla tassa").

Cosa significa?

Ogni cents che superi il livello del 57.4% sarà destinato a ricerca e investimenti sulle energie rinnovabili e sui pubblici trasporti.

In ogni caso la tassazione totale oltre il 62% (attuale) non potrà andare.

Vi terrò informati (date una occhiata a questo blog costantemente) sul quando potrete votare le proposte.

IO LE VERGOGNE DA QUESTO PAESE VOGLIO TOGLIERLE.
(...se tutti sapessero...).

Marco Giannini










martedì 6 dicembre 2016

Beppe Grillo (e pentastellati): stai attento a Matteo Renzi.

C'è bisogno di un pezzo sul blog...e non intendo su questo...

Per dire cosa?
Semplice...che la tattica del PD sarà lo spargimento di questo virale: "quando finalmente Renzi iniziava a rottamare, i grillini lo hanno cacciato ed adesso ci ritroviamo questo premier che è peggio".

DIRLO ADESSO SERVIRA' PER SCOPERCHIARLI (e forse non basterà).
Penso sarà un Giuliano Amato ma in ogni caso potrebbe essere anche la Serracchiani o il Mago Zurlì, in ogni caso la strategia sarà questa. 

I toni da dimissionario posti in quella forma la sera della vittoria del "no" sono chiaramente uno spot verso se stesso, l'ennesima operazione di marketing. E' stato un addio propagandistico non vero. Non serio. Ha come preso la rincorsa.
Non ha abbandonato alla Monti, ha prima cercato di trovare una via (e l'ha trovata) per uscire lasciando il dubbio che ora, forse, "faceva bene"...(Ricordate Berlusconi che sparse il virale "non mi hanno fatto lavorare")?
Analisi:
Le ultime settimane di campagna elettorale il PD le ha impostate sul Renzi di nuovo "Smart&Cool" "giovane rottamatore" mentre i comitati del No apparivano come caciaroni urlanti, vecchi, schizzati (soprattutto su fb). 
L'iperattivismo sui social non paga, spaventa. Per il futuro impariamo una buona volta a mandare pochi messaggi chiari tipo "risparmi un caffè l'anno ma gli dai le chiavi di casa".
UN SOLO MESSAGGIO CHE PASSA E DI "RANGO" SUPERIORE A QUELLO AVVERSARIO.
Renzi ha lasciato la politica come un fidanzato molla una ragazza lasciandole addosso "quel saporino" e non quando la storia è bollita... e guardate che se un politico si rialza da questa situazione poi il popolo va in assuefazione e lo tiene 60 anni... come Andreotti...come Berlusconi.

La storia insegna che il potere dopo che perde una grande battaglia, di norma, si riorganizza, torna e quasi sempre vince la guerra. Il rilassamento che sentiamo è solo dovuto all'idea di goderci la soddisfazione perché eravamo sfiniti. (Smettiamola però di cantare vittoria, anche perché spaventiamo quelli imbottiti di stereotipi su di noi e che saranno necessari per cambiare il paese una volta che smetteranno di essere plagiati).

Se M5s vuole fermare questi signori l'unica maniera è apparire ciò che siamo: competenti, vicini al cittadino (ma non appiccicati come stalker), seri, con idee innovative ma credibili.
E studiamo "l'uscita dall'euro"...


venerdì 18 novembre 2016

Trump, Killary, Obama tra geopolitica internazionale, economia e finanza (ed Aldo Giannuli...).

Impressioni...



Obama

Nel 2012 la mia posizione fu pro Obama. 
Risentivo dell'influenza del Maestro (attributo massonico) Gioele Magaldi, a capo di Grande Oriente Democratico, network su cui avevo pubblicato perfino dei contenuti vista la disponibilità di questa figura estremamente colta, alla mano e dotata di lodevole spirito da mecenate (citato anni dopo da Paola Taverna in Parlamento e sul blog di Grillo).

Nonostante successivamente (e liberamente) io abbia maturato un'idea di società opposta a quella dei massoni di Grande Oriente Democratico non mi sono sorpreso nel constatare che la loro posizione stavolta fosse pro Trump come la mia (a onor del vero io avrei preferito Sanders ma si sa...siamo in USA...).

Killary

Obama è uomo dell'establishment e nel 2012 aveva contro un uomo dell'establishment (Romney) e quindi in teoria non sarebbe cambiato niente. Purtroppo mi sbagliavo perché in questi 4 anni ha governato Killary Clinton vera padrona del Partito Democratico USA ed i risultati si sono visti:
Globalizzazione sfrenata, macellerie sociali e militari, Siria, Isis, Sudan, perfino Turchia ed Ucraina (!!!) sono stati tra i frutti del "team" Obama/Clinton, anzi Clinton/Obama. 
Il fatto che stavolta io creda di non aver fallito a credere in Trump (a meno che non gli dicano "farai la fine di JFK se non cambi registro") sta nel percorso che dal 2012 al 2014 ho compiuto e credo di poter dire la mia con un buona dose di autorevolezza.
Da quel momento, dal 2012, mi appassionai di geopolitica ricevevo informazioni per email perfino da Raffone (Ex ONU) ed iniziai ad usufruire del mio proverbiale fiuto per riconoscere informatori da disinformatori, coraggiose fonti di inchiesta dai complottari/Fuffari ben venduti e chi aveva talento da chi era preso e messo lì da qualcuno. Di pari passo accrescevo e perfezionavo le mie conoscenze economiche e mi rendevo conto di che legame stretto ci fosse tra i due campi (economico e geopolitico/diplomatico o meglio economico e finanziario): un campo mi portava molto, troppo spesso nell'altro a riconoscere "il vero dal falso" e viceversa.
Nel 2014 fui relatore in una conferenza all'Università della terza età presso la Sala Bianchi di Camaiore con a tema la diplomazia internazionale e mai mi sarei aspettato di cogliere tanto interesse da persone sui 70, 80 ed a volte perfino 90. Cercai, con discreto successo, di aprir loro la mente sui falsi miti contro il M5s dato che la questione puntualmente uscì, pur rimanendo ligio al mio dovere di essere super partes (cosa che rispettai in onore al mio ruolo).

Trump

Credo di poter affermare che la vittoria di Trump potrebbe mettere la parola fine ad alcune pesanti ingerenze (che oserei definire criminali), perpetrate da Killary e dagli USA anche in Italia:
Una di queste è stata il salvataggio a colpi di povertà della moneta unica europea, un'altra la sospensione della Democrazia con i Presidenti Letta/Renzi imposti all'Italia e sin dagli anni '90 con il marito Bill ("nomen omen") con l'acquisizione totale e finale della "presunta sinistra" cioè il PDS/DS/PD funzionale alla macelleria sociale.

Un' altra ingerenza passata inosservata è, a parer mio, il tentativo di ribaltamento di Erdogan in Turchia. 
Questo non solo perché mi rifaccio parzialmente a chi (con tutto il rispetto per "l'auto-colpo di Stato" di Aldo Giannuli che prima di www.beppegrillo.it ben pochi acriticamente adoravano/conoscevano) fa inchiesta come Giulietto Chiesa (et all) ma anche perché Erdogan da super eroe dei nostri media non appena si è scusato con i russi per l'abbattimento del Sukhoi e si è avvicinato (diplomazia) alla Russia in men che non si dica è stato descritto come un criminale dai nostri media (a cui non dobbiamo/dovremo somigliare nel nostro piccolo di attivisti M5s) e poco dopo ha SUBITO il colpo di Stato. Erdogan ha chiesto a Trump di consegnare/estradare il responsabile del colpo di Stato protetto da Obama/Killary in USA.
I nostri media guardate contro chi puntano il dito e scegliete sempre l'altra opzione...difficilmente sbaglierete. 

Aldo

Aldo Giannuli non se la prenderà se un commentatore insignificante (nato il 18 giugno come lui) al cospetto di cotanta credibilità riporta osservazioni in controtendenza alla SUA opinione (di colpo divenuta pensiero dominante nei nostri "ambienti") perché sono certo non si consideri l'Ave Maria ed indiscutibilmente siamo certi non si compiaccia quando è scambiato per tale.
Il buon Aldo si sforza qui con così tanto vigore nel conferire che in Palestina non c'è un genocidio ma qualcos'altro (un massacro?)...distinzione se permettete inutile... se avessi figli sbranati dalla follia sionista me ne fregherei di queste distinzioni. Come persona dotata di un certo "sesto senso" leggerei "tra le righe" di esse...piuttosto...
Le tematiche antropologiche non si affrontano solo con i numeri e le distinzioni "tecniche/storiche" ma con l'intuito e troppo spesso coloro che si autodefiniscono sionisti considerano (e lo dicono) i palestinesi come topi che "si riproducono troppo". Questo è razzismo ed è pure "eugenetica"...e si dà il caso che alcune aziende sioniste usino test del DNA per cercare chi è ebreo (manco fosse una razza).
Solo un memo: a Gaza nel 2014 furono migliaia le vittime, alcuni ospedali furono bombardati, centinaia di bimbi uccisi...). Concordo con Giannuli quando parla di NORIMBERGA PER ISRAELE (la cui lobby americana ha sostenuto Trump) ed in questo caso gli riconosco coraggio dato che spesso sono stato bersagliato per avere, nel mio piccolo e da anni, la stessa posizione.

Economia e Finanza

Trumpnomics? Dal punto di vista economico Trump ha promesso protezionismo, dumping fiscale ed innalzamento del costo del denaro.
(Non sarebbe serio dire "mi riconosco in Trump" quindi; meglio dire "scampato pericolo" per quanto riguarda i "Clintoniani"). Interessante il pezzo su Trumpnomics di E. Brancaccio su Micromega (cercatelo).

Il protezionismo (cioè la limitazione del liberoscambismo, libera circolazione delle merci) è un fatto positivo in questo momento non tanto per un discorso di bilance commerciali ma perché presuppone che gli USA si facciano un po' di più "gli affaracci loro" anziché imporre al mondo la competizione al ribasso di diritti e tutele (delocalizzazione). Un po' lo stesso messaggio che manda il famoso muro col Mexico nei riguardi della libera circolazione delle persone. Brancaccio sottovaluta che anche un 1% in meno di salario è una tragedia per milioni di persone e per esigenze di spazio (sicuramente, lo dico senza ironia) non ha sottolineato che quando calano i salari spesso c'è a monte un crollo dei diritti...
Il dumping fiscale invece non presenta scenari positivi dato che se lo Stato incassa meno bisogna vedere se lo fa tagliando ai poveri o sugli sprechi (o emettendo moneta): non conosco benissimo ogni aspetto di Obamacare ma non credo sia da cestinare (la tipica dinamica del gettare il bimbo con l'acqua sporca). Ovviamente il dumping fiscale incrementerebbe in positivo la bilancia commerciale americana (export).
L'innalzamento del costo del denaro (tassi di interesse FED/Banche) invece si rifletterà in modo negativo sull'UE, soprattutto su chi ha alti debiti pubblici. Se questo provocherà il collasso dell'euro o degli italiani dipenderà (mi auguro) da chi governerà l'Italia..servirà il coraggio di scelte impopolari (grazie a media da terzo mondo) anche a costo di allearsi "a tema" con alcuni soggetti ex secessionisti...
Con Killary la scelta sarebbe stata: italiani collassate senza capire o italiani collassate anche se avete capito (troppo tardi) MA SEMPRE CON L'EURO ED A 0 INFLAZIONE.

Marco Giannini

domenica 13 novembre 2016

Perché il M5s degli USA si chiama Donald J. Trump.



Brexit, Trump (e ci auguriamo il NO al Referendum): la ritirata delle aristocrazie finanziarie parassitarie.


La classe dirigente globale, le multinazionali, inizialmente usarono la classe media per indebolire il potere della classe salariata e far credere a tutti coloro che non erano proletari di essere "classe dirigente".

In questa fase la sinistra serviva a farsi percepire come "area politica dalla parte dei deboli". La destra aveva la funzione di convogliare in questo inganno anche la più modesta partita IVA.
Quando i rentiers, per il crollo del saggio di profitto, si sono "trasformati" in finanza, o meglio, quando codesta è divenuta il volano schiavista, costoro hanno deciso che della classe media non ce ne fosse più bisogno ed anzi il benessere ceduto loro, per molti decenni controvoglia, andava quanto prima ritirato, tolto, facendo leva stavolta sui partiti che, in teoria, per decenni, si erano schierati con operai e salariati in genere.

Nella prima fase quindi, la finanza per portare verso di sé la classe media cedette ad essa benessere (convincendola troppo spesso ad essere poco solidale con le classi basse); nella seconda fase, quella attuale, la finanza per portare a sé la classe salariata ha corrotto il PARTITO (DEMOCRATICO, per quanto riguarda l'Italia) .

Credendo di farla franca con la globalizzazione, con il neoliberismo, e l'uso strumentale dei media, delle agenzie di rating, dei sondaggisti ecc, la classe dirigente mondiale ha quindi pensato bene di "trasformare la sinistra in destra e viceversa" sperando che ciò passasse inosservato. 

Per questo vediamo un Trump o una Inghilterra schierarsi (gli inglesi in parte) contro la globalizzazione neoliberista schiavista (quindi anche contro l'euro che ne è una espressione delle più estremiste) e contemporaneamente vediamo Hollande e Renzi denunciare "mio Dio il neoliberismo è in crisi"...(ricordiamo a lor signori che il neoliberismo è tipico delle classi dominanti, non certo funzionale alle classi sociali in difficoltà).


Con i partiti che ancora hanno il coraggio di autodefinirsi "socialisti europei" (tra cui il PD) al loro servizio, le multinazionali, i banchieri ecc colpiscono la classe media ed indirettamente anche i redditi fissi ed i più svantaggiati. Il target è aumentare la quota di profitto, quando la multinazionale vende un prodotto, riducendo il livello spettante al lavoratore dipendente (spesso col dividi et impera anche tra gli stessi lavoratori fissi). 
A livello di materie prime il problema non si pone...nel terzo mondo i rentiers le hanno già acquistate tutte a prezzi ridicoli corrompendo i "reucci locali". 
Chi si oppone (es. Chavez) viene descritto al mondo come un sanguinario, guardandosi bene dallo spiegare che la riduzione delle libertà ed il pugno duro sono inevitabili quando si è aggrediti da forze preponderanti che vogliono saccheggiare il proprio paese (terrorismo finanziato dalla CIA clintoniana come in Siria, corruzione delle opposizioni come in Venezuela, colpi di Stato come in Ucraina, Tunisia, Libia e Egitto, Al Qeida/Al Nusra finanziata dai francesi ecc).

Immigrazione indiscriminata, delocalizzazione della produzione, assenza di dazi verso chi non rispetta minimi salariali e diritti umani ed ideologia perbenista/terzomondista (in un mondo con salari e diritti ben diversi nelle differenti aree, si pensi alla Cina rispetto alla Danimarca...) sono il cavallo di Troia atto a far crollare DIRITTI E SALARI (DEFLAZIONE SALARIALE) ed in Italia siamo allo stremo dato che il costo della vita è doppio rispetto ai salari (a causa della speculazione finanziaria sui Bot/Btp ecc, delle privatizzazioni e di quanto appena espresso).
La finanza globale acquistando proprio quei PARTITI, che ancora oggi da alcuni (molti, nonostante una vera e propria macelleria sociale), sono scambiati per essere il riferimento dei "borghesi piccoli piccoli" e dei "proletari", pensava che con la Clinton e nonostante il Brexit potesse distruggere le residue sovranità, regalando il mondo intero al dominio incontrastato delle multinazionali.

In Italia, ad esempio, "grazie" a questo schema, chi fino a 10 anni fa si scandalizzava all'idea di cambiare la Costituzione, anche minimamente, adesso plaude alla peggiore modifica possibile di essa. 
Se vincesse il Sì in cambio di un risparmio iniziale di 80 cents a italiano (un contentino messo lì apposta) dovuto all'abolizione del CNEL ed alla riduzione dei Senatori (un caffè) le leggi pro finanza finirebbero approvate senza che il cittadino lo venisse a sapere.
Adesso invece, passando dalla Camera al Senato, nonostante media scandalosamente pro governativi, nei due mesi in cui una legge profondamente scorretta passa dalla Camera al Senato, i cittadini lo vengono a sapere dalle TV, si indignano e chi governa ha due scelte: a) ritira la legge b) la approva ma perde consenso (vedasi Renzi).
Siamo giunti ad un punto di follia, di iniezione di stereotipi in primo luogo da parte dei media senza precedenti.

Il percorso neoliberista schiavista però con Brexit e Trump (e probabilmente con il NO al Referendum in Italia) sta subendo concrete battute di arresto.
La finanza globale lo aveva messo in conto perché tipicamente alterna periodi di aggressione sociale (vedasi Jobs Act) a fasi di pseudo ritiro. Quindi ne erano al corrente...(...) questo lascia un po' di inquietudine...

Il dato di fatto tuttavia è che la classe media, adesso, in varie parti del mondo occidentale si è legata ai redditi fissi, ai disoccupati, ai precari e forse questo non era stato davvero preventivato dai grossi banchieri (e affini)!
Sembra che tutto ciò lasci una MEMORIA! Una memoria basata sulla SOLIDARIETA' RECIPROCA (meno tasse, meno speculazione sui Titoli di Stato, meno carrozzoni, Reddito di cittadinanza, meno finanza, più servizi) .
Questo sì che fa paura ai rentiers!

Forze politiche come il M5s (e Trump in USA, votato da tutta la popolazione, da bianchi, neri, ispanici, ceti medi e ceti meno abbienti ecc) hanno molto probabilmente fatto detonare questo piano, almeno in parte, facendo comprendere che ceto medio e ceto meno abbiente sono tutti POPOLO...e di questo va ringraziato anche INTERNET col suo ruolo di diffusione.
(Ciò che vado dicendo da anni, come espressi nel mio saggio, è che esiste la multinazionale ed esiste il popolo e che di quest'ultimo ne fanno parte sia il ceto piccolo/medio imprenditoriale che il reddito fisso, sia il precario che il disoccupato).

Della globalizzazione schiavista perfino gli americani adesso vogliono farne sicuramente a meno...
Marco Giannini